Quantcast

Il Salame Campagnolo di Penny Market richiamato per sospetta contaminazione da Salmonella

Il lotto indiziato è stato venduto anche in Piemonte

Più informazioni su

    Penny Market, ha pubblicato sul proprio sito internet, l’avviso di richiamo del Salame Campagnolo Sapor di Cascina a marchio Penny Market. Il motivo  del ritiro dal mercato è la sospetta presenza di salmonella.

    Il richiamo riguarda esclusivamente il lotto L123 del Salame Campagnolo prodotto da  Italia Alimentari S.p.A. e secondo quanto specificato è stato distribuito e venduto nelle regioni Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia. Nello specifico i dati delle confezioni interessate dal ritiro sono: Sapor di Cascina con denominazione di vendita Salame Campagnolo da 150 g Lotto di produzione: Lcon termobe di scadenza minima 01/08/2021.

    In via precauzionale, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda i clienti, per evitare problemi di salute, a non consumare il prodotto e a restituirlo al punto vendita per ottenere la sostituzione con un lotto non contaminato oppure il rimborso. L’ingerimento di questo lotto di salame potrebbe causare problemi di saute: la gravità dei sintomi varia dai semplici disturbi del tratto gastrointestinale,  fino a forme cliniche più gravi. Nei casi più gravi possono verificarsi batteriemie o infezioni focali a carico per esempio di ossa e meningi, ma ciò accade soprattutto in soggetti fragili come anziani, bambini e soggetti con deficit a carico del sistema immunitario. Nella maggior parte dei casi la salmonella non dà gravi conseguenze e in alcuni soggetti può essere addirittura asintomatica.

    Più informazioni su