Quantcast

Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 1858 Charles Darwin riceve da Alfred Russel Wallace un documento che contiene conclusioni quasi identiche alle sue sull'evoluzione. Questo fatto spinge Darwin a pubblicare la teoria

Cuneo. Il sole è sorto alle 5:40 e tramonta alle 21:22. Durata del giorno quindici ore e quarantadue minuti.

Santi del giorno
San Gregorio Barbarigo, vescovo.
Santa Marina, monaca.
San Calogero, eremita.

Avvenimenti
1264 – A Castledermot si riunisce per la prima volta il Parlamento irlandese.
1858 – Charles Darwin riceve da Alfred Russel Wallace un documento che contiene conclusioni quasi identiche alle sue sull’evoluzione. Questo fatto spinge Darwin a pubblicare la teoria.
1887 – Germania e Russia firmano il Trattato di riassicurazione.
1940 – Winston Churchill pronuncia il Discorso dell’ora migliore.

Nati in questo giorno
Marco Borriello – E’ un ex calciatore. Gioca nell’attacco di Milan, Genoa (2007/08, 2012/13 e da febbraio a giugno 2015), Roma e Juventus, West Ham (da gennaio a giugno 2014, scendendo in campo solo due volte). La società giallorossa, dal giugno 2011 detentrice del cartellino, nel febbraio 2015 lo cede a titolo definitivo al Genoa. Con i rossoblu colleziona solo 8 presenze, senza reti all’attivo. Dal giugno 2015 al gennaio 2016 è un giocatore del Carpi, ma la stagione la conclude a Bergamo, indossando la maglia neroazzurra dell’Atalanta per 15 volte in serie A. Il 3 agosto 2016 diventa un attaccante del Cagliari, totalizzando 36 presenze con 16 reti. Un anno dopo è un tesserato della Spal, con cui scende in campo 15 volte, segnando una rete, che gli consente di essere il calciatore ad aver segnato in serie A nel maggior numero di squadre: dodici. Lascia Ferrara nel luglio 2018 e un mese dopo si trasferisce all’Union Ibiza, club spagnolo di seconda divisione ma il 30 gennaio 2019 annuncia il ritiro dall’attività agonistica. Rimane in Spagna come dirigente dell’Ibiza-Eivissa. Con il Milan ha vinto uno scudetto, una Champions League e una Supercoppa UEFA. Nel 2011-12 è diventato campione d’Italia con la Juventus. In Nazionale ha collezionato 7 presenze. Festeggia 39 anni.
Vincenzo Montella – E’ un allenatore di calcio ed ex attaccante di Empoli, Genoa, Sampdoria e soprattutto Roma, dov’è rimasto dal 1999 al 2007, totalizzando 180 presenze in A con ben 83 reti e vincendo uno scudetto e una Supercoppa italiana. Nella partita Lazio-Roma del 2001/02 ha segnato quattro gol, record per il derby capitolino. Celebre il suo modo di festeggiare dopo un gol: simulare il volo di un “aeroplanino”. In Nazionale ha totalizzato 20 presenze con tre reti, partecipando ai secondi posti dell’Europeo 2000 e del Mondiale 2002. Dopo il ritiro, avvenuto nel 2009 (con 237 reti all’attivo, di cui 141 in serie A, che l’hanno collocato al 33° posto nella classifica di tutti i tempi), ha intrapreso la carriera di allenatore. La prima esperienza alla Roma, cui hanno fatto seguito il Catania e dalla stagione 2012/13 la Fiorentina, condotta al quarto posto per tre anni consecutivi. La società viola l’ha esonerato al termine del campionato 2014/15. Nel novembre 2015 ha sostituito Walter Zenga sulla panchina della Sampdoria ma al termine del campionato è diventato l’allenatore del Milan, con cui ha conquistato la Supercoppa italiana 2016, il 23 dicembre a Doha, battendo ai rigori la Juventus. Dopo l’esonero di novembre 2017, dal mese successivo e fino all’aprile 2018 è stato il tecnico del Siviglia. Dall’aprile al dicembre 2019 fino al termine della stagione allena la Fiorentina. Compie 47 anni.

Eventi sportivi
2003 – La Confederations Cup 2003. Dal 18 al 29 giugno 2003 in Francia si svolge la FIFA Confederations Cup 2003, sesta edizione del torneo che coinvolge le Nazionali vincitrici dei campionati continentali, organizzati dalle Confederazioni (riunite nella FIFA), e quella campione del mondo. Dopo le rinunce di Italia (vice campione d’Europa 2000) e Germania (vice campione del mondo 2002), partecipano Francia (campione d’Europa e nazione organizzatrice), Giappone, Colombia, Stati Uniti, Camerun, Brasile (campione del mondo in carica), Nuova Zelanda e Turchia. Nella finale del 29 giugno, giocata nello Stade de France di Saint-Denis, i padroni di casa vincono per 1-0 sul Camerun, vincitore della Coppa d’Africa 2002, grazie ad un “golden goal” di Henry al 7′ del primo tempo supplementare. La regola del golden goal, introdotta a livello internazionale nel 1994 e poi abolita da tutte le competizioni ufficiali nel 2004, assegna la vittoria, negli incontri ad eliminazione diretta, alla squadra che per prima segna nei tempi supplementari.

Proverbio/Citazione
Giugno ha tesori in pugno: raccolti e promozioni, nozze e delusioni.
“Sono contenta di non essermi montata la testa, ho molta autoironia. Bisogna essere sereni con se stessi per fare questo lavoro.” Raffaella Carrà