Quantcast

Dal 9 all’11 giugno la 35^ edizione di Musiche in Mostra del Conservatorio “Ghedini”

L’ormai classica azione d’ascolto e sensibilizzazione sui fenomeni acustici della vita quotidiana, quest’anno sarà dedicata a Lelio Giannetto, grande compositore e improvvisatore jazz scomparso lo scorso autunno a causa del Covid.

Da mercoledì 9 a venerdì 11 giugno al Conservatorio Ghedini di Cuneo è in programma per la 35esima edizione della rassegna Musiche in Mostra un’azione di ascolto e sensibilizzazione sui fenomeni acustici della vita quotidiana in cui viviamo immersi. Il workshop e i successivi laboratori di soundwatching con i giovani musicisti del Conservatorio Ghedini tenuti dal compositore e performer napoletano Elio Martusciello sono un omaggio al grande Lelio Giannetto, morto prematuramente per Covid lo scorso mese di dicembre, uno degli improviser più sorprendenti del panorama internazionale che avrebbe dovuto guidare proprio questi appuntamenti lo scorso mese di novembre.

Dalle ore 10 di mercoledì 9 giugno prenderà il via il workshop di “Soundwatching” con i giovani studenti del Conservatorio Ghedini alla ricerca dei suoni della città per guardare ed ascoltare i suoni del paesaggio sonoro. “Soundwatching” è un termine derivato per analogia da “birdwatching”, a significare la capacità di osservare, ascoltare e riconoscere, con inaspettati risvolti musicali, i suoni che ci circondano e che in parte dipendono da noi stessi.

Elio Martusciello, musicista e compositore autodidatta, è nato nel 1959 a Napoli e insegna musica elettronica al Conservatorio di Cagliari. Improvvisatore radicale, opera dal vivo con live-electronics. Ha collaborato con vari musicisti, tra cui Eugene Chadbourne, Mathieu Chamagne, Alvin Curran, Michel Doneda, Wolfgang Fuchs, Pascal Gobin, Fernando Grillo, Thomas Lehn, Jean-Marc Montera, Jerome Noetinger, Richard Nunns, Tony Oxley Evan Parker, Giancarlo Schiaffini, Frank Sculte, Michael Thieke, Olivier Toulemonde, Z’ev. È membro del gruppo di musica elettroacustica Ossatura (con Fabrizio Spera e Luca Venitucci), del duo interattivo di musica elettroacustica Schismophonia (con Mike Cooper), del gruppo di improvvisazione elettroacustica Taxonomy (con Graziano Lella e Roberto Fega) e del nuovo gruppo elettroacustico Bindou Ensemble (con Ana-Maria Avram, Chris Cutler, Rhodri Davies, Iancu Dumitrescu e Tim Hodgkinson).

Musiche in Mostra è realizzata con il principale sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito dell’edizione 2020 del bando “Performing Arts”; i contributi di Fondazione CRT, Reale Mutua, Fondazione per la Cultura, Regione Piemonte e il patrocinio della Città di Torino. Per il quarto anno consecutivo, quale festival europeo di eccellenza, ha ricevuto l’EFFE Label dalla European Festivals Associations. Venti le co-produzioni e collaborazioni attivate: per questi quattro eventi con Conservatorio Ghedini di Cuneo, METS Scuola di Musica Elettronica, Festival europeo EASTN-DC, Liceo musicale Ego Bianchi, Amici della Musica di Busca, Istituto comprensivo di Saluzzo.