Quantcast

Uncem sul Giro d’Italia: “Il ciclismo è il paese che riparte”

Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem, e Roberto Colombero, Presidente Uncem Piemonte: "Per noi il Giro è la Montagna. Quella che unisce, delle Alpi e degli Appennini, che lotta contro abbandono e spopolamento"

Domani, sabato 8 maggio, al via l’edizione 104 del Giro d’Italia. La partenza sarà da Torino.

Le parole di Marco Bussone, Presidente nazionale Uncem, e Roberto Colombero, Presidente Uncem Piemonte.

“Il Giro d’Italia è una grande festa. È da domani la festa di Torino e del Piemonte, che avrà la Grande Partenza e quattro tappe della Corsa più dura del mondo nel Paese più bello del mondo. Uncem ha chiesto a Torino di essere più rosa in questa occasione. La città viva, insomma. Ma il Giro per noi, per Uncem, è la Montagna. Quella che unisce, delle Alpi e degli Appennini, che lotta contro abbandono e spopolamento. Che lotta come i Girini che scalano i passi alpini e gli Appennini. Crediamo in una Corsa rosa nel Paese che riparte. Lo affermiamo come Uncem, Associazione che si occupa di Enti locali e territori, perché il Giro ha salvato l’Italia dalla Guerra Civile e ha sempre ribaltato scenari, proposto partecipazione, divertito al passaggio, animato i paesi che fanno il Paese. Così sarà anche quest’anno. E Uncem crede nella forza del Giro, nei valori della maglia rosa, nelle Montagne che esaltano il ciclismo. Le due ruote da oggi ci fanno ripartire”.