Quantcast

Super Marta tra le tracce del Premio Dardanello Giovani

Il tema è “Il fascino del Circo bianco” per questo la Bassino viene menzionata in questa quarta edizione

L’Associazione “Piero Dardanello” indice la quarta edizione del concorso del Dardanello Giovani quest’anno denominato “Il fascino del Circo bianco”.

L’iniziativa è rivolta agli studenti della scuola secondaria di secondo grado di età compresa tra i 14 e i 20 anni della Provincia di Cuneo e ai giovani di tutta la Penisola di età compresa fra i 21 e i 30 anni. Il tema di questa edizione sarà lo sci, i campioni di ieri e di oggi, i Campionati del mondo di sci alpino di Cortina, la crisi dovuta al Covid 19 con la chiusura delle piste in una montagna che non intende fermarsi ma vuole continuare ad essere protagonista assoluta degli sport invernali.

Il termine di scadenza per l’invio degli elaborati è giovedì 3 giugno.

Ai partecipanti al concorso verrà chiesto, partendo dalle tracce proposte, di elaborare un articolo inedito (formato testo, video, audio, webdoc) in lingua italiana che non dovrà superare le 9 mila battute di lunghezza e/o i 5 minuti di durata. Sarà possibile aderire al concorso in gruppo.

Gli elaborati saranno valutati da una giuria presieduta da Xavier Jacobelli (direttore di ‘Tuttosport’) e composta da Roberto Beccantini (presidente onorario del premio ‘Dardanello’), don Corrado Avagnina (direttore de ‘l’Unione Monregalese’), Massimo Mathis (capo della redazione di Cuneo de ‘La Stampa’) e Gianni Scarpace (condirettore di ‘Provincia Granda’).

Queste le tracce dell’edizione 2021 tra cui figura anche la campionessa borgarina:
– Marta Bassino: da Borgo San Dalmazzo ai momenti di gloria. Volli, volli, fortissimamente volli.
– Alberto Tomba, la «bomba» che, da Calgary, bloccò il festival di Sanremo del 1988 e cambiò lo sci.
– Deborah Compagnoni, la «first lady» della neve che ci conquistò con l’urlo della sua classe.
– I campionati del mondo di sci alpino a Cortina: dai Giochi del 1956 all’Olimpiade 2026, fra storia e futuro.
– La crisi dello sci dovuta al fermo delle piste causa Covid: analisi e, soprattutto, proposte per uscire dall’emergenza.
– Il «dribbling» dello slalom, il fascino della discesa libera: abilità o coraggio, quale preferite, e perché?