Quantcast

Strade provinciali, 111 km sono passati da Provincia ad Anas

Il Consiglio provinciale ha ratificato la consegna di tratti importanti come la Savigliano-Cuneo compreso il viadotto Soleri e molti altri tratti minori. Alla Provincia restano da gestire circa 3.200 km di strade provinciali.

Sono 111,02 i chilometri di strade provinciali che da lunedì 10 maggio sono ufficialmente passati all’Anas. La firma del verbale di consegna è stata apposta dal dirigente del Settore Viabilità, Riccardo Enrici su decreto del presidente Federico Borgna. Il Consiglio provinciale di martedì 11 maggio ha ratificato all’unanimità la decisione che consegna ad Anas strade importanti come la Savigliano-Cuneo compreso il viadotto Soleri (quasi 30 km), il tratto della statale dal confine con la provincia di Torino fino a Saluzzo (13,6 km) e il tratto tra l’innesto della statale 28° Borgo Ponte di Garessio fino al confine con la Liguria (15,7 km), ma anche tratti minori. Al patrimonio viario della Provincia restano da gestire circa 3.200 km di strade.

Il procedimento di dismissione di questi tratti stradali da Provincia ad Anas si è prolungato di alcuni giorni rispetto al previsto in seguito ad alcune modifiche inserite dalla stessa Anas nel verbale definitivo di consegna e che sono state oggetto di confronto tra i due enti. Tra queste la cessione diretta alla Provincia di Cuneo, senza il passaggio alla Regione, di un tratto di 1,4 km della strada statale 490 del Colle del Melogno verso la Liguria con innesto con la statale 28 a Bagnasco che comprende un ponte sul Tanaro gravemente danneggiato dall’alluvione dell’ottobre scorso per il quale serviranno fondi ministeriali.

Di seguito l’elenco delle strade che sono passate dalla Provincia di Cuneo all’Anas:

  • strada provinciale 428 Genola – Fossano dal km 0 al km 4,714 (4,714 km)
  • strada provinciale 582 Garessio – Cerisola dal km 0 al km 15,700; sp 662 Savigliano ponte Maira – Lagnasco bivio con sp 133 dal km 15,500 al km 22.100; Lagnasco bivio sp 133 – Saluzzo dal km 22,100 al km 27; innesto rotatoria C – tangenziale est di Saluzzo dal km 0 a 0,154 per un totale di 11,654 km.
  • strada provinciale 20: confine Provincia di Torino – Racconigi dal km 24,133 al km 25,765; Racconigi – Cavallermaggiore bivio sp129 – Savigliano dal km 32,967 al km 42,070; Savigliano – Genola dal km 45,70 al km 50; Genola – Levaldigi dal km 50 al km 55.30; Levaldigi – Centallo dal km 55,30 al 62,40; Centallo – Cuneo (fine viadotto Soleri) dal km 62,40 al km 75.568; variante est all’abitato di Racconigi dal km 0 al km 7,570 per un totale di 48,173 km.
  • strada provinciale 21: nuova Bovesana Bombonina (innesto sp 3) – Boves (innesto sp. 21 clinica Stella del mattino) dal km 6,215 al km 10, 10; Boves (rotonda Stella del mattino) – Borgo San Dalmazzo (innesto sp 259) dal km 5,530 al km 8,860 per un totale di 7,215 km.
  • strada provinciale 589: confine Provincia di Torino – Saluzzo dal km 47,500 al km 61,131; nuova tangenziale Est di Saluzzo dal km 0 al km 3.815; strade complanari alla nuova tangenziale est di Saluzzo dal km 0 al km 5.330 per un totale di 22,776 km.
  • Strada provinciale 259: bivio sp 21 (ponte in ferro su torrente Gesso) – Roccavione (confine Anas statale 20) dal km 0 al km 0,770) per un totale di 0,770 km.

Legato al passaggio delle competenze stradali tra i due enti c’è, di conseguenza, anche il passaggio dei riferimenti per qualsiasi evenienza che passano all’Anas a cui è possibile rivolgersi per informazioni di viabilità e per segnalazioni di emergenza o di pericolo contattando “Pronto Anas” h24, 365 giorni l’anno, al numero 800 841 148. Per altre informazioni, suggerimenti o reclami i consulenti del Servizio Clienti dell’Anas è possibile chiamare lo stesso numero verde 800 841 dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20, esclusi i festivi. In alternativa è possibile recarsi in uno degli Uffici Relazioni con il Pubblico presenti su tutto il territorio nazionale. https://www.stradeanas.it/it/contatti. Per ogni istanza e/o controversia già instaurata o che dovesse insorgere per fatti antecedenti al 10 maggio il riferimento  resta la Provincia di Cuneo.

Il Consiglio provinciale ha anche approvato all’unanimità lo schema di verbale di consegna provvisoria tra l’Autostrada Asti-Cuneo spa, la Provincia di Cuneo e Itinera spa del tratto di strada provinciale 7 tra le progressive km 6+750 e 7+050 nel comune di Roddi e la declassificazione e conseguente dismissione al Comune di Cuneo del tratto di circa 700 metri della strada provinciale 298 Roata Rossi-San Benigno, dalla progr.va km 9+250 alla progr.va km 9+960. Si tratta del tratto stradale finale che si conclude con la rotatoria realizzata un anno e mezzo fa nel centro abitato vicino al campo sportivo e alla chiesa che potrà essere messo in sicurezza per l’utenza debole.