Quantcast

Statale 28, Bongioanni (FdI) scrive ad Anas: “servono interventi urgenti per la viabilità”

Il presidente del Gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale dichiara: “Code chilometriche nei fine settimana lungo quella che, ad oggi, è l’unica via di comunicazione fra sud Piemonte e Riviera di Ponente"

La strada statale 28 del Colle di Nava torna a essere oggetto d’attenzione da parte del presidente del Gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Paolo Bongioanni, il quale, in queste ore, ha indirizzato una missiva ufficiale all’ANAS Piemonte per denunciare i problemi connessi al congestionamento del traffico nei fine settimana lungo quella che, allo stato attuale delle cose, rappresenta l’unica arteria di collegamento tra il sud Piemonte e la Riviera di Ponente. Un esempio tangibile, in riferimento a ciò, è riscontrabile negli accadimenti del week-end del primo maggio, quando si sono verificati importanti disagi, con code fino a 15 chilometri di lunghezza, fra i Comuni di Ormea e Bagnasco.

In virtù dell’allentamento delle restrizioni anti-Covid decretato da parte del Governo e del concomitante sopraggiungere della bella stagione con temperature miti, le persone hanno ricominciato a muoversi e, va da sé, tale mobilità è in costante intensificazione verso le località turistiche. Non bisogna dimenticare, però, che, a seguito degli eventi alluvionali di venerdì 2 e sabato 3 ottobre 2020, il collegamento del Colle di Tenda con la Costa Azzurra non sarà più fruibile per alcuni anni e, di conseguenza, la statale 28 incarnerà per un ampio arco temporale l’unica opzione stradale in grado di porre in comunicazione l’Italia con la Francia.

Bongioanni, a tal proposito, sottolinea: “Già in condizioni normali, nel corso dei giorni feriali, la statale 28 è interessata da flussi di traffico consistenti e, inoltre, nel segmento preso in considerazione sussistono attualmente cinque cantieri, con altrettanti impianti semaforici a regolazione dei flussi di veicoli. Andare avanti così è impossibile”. Una fotografia che ben evidenzia le criticità a cui si andrà incontro in estate, a meno che non si adottino soluzioni tempestive: ecco perché il consigliere regionale ha inteso rivolgersi ad ANAS Piemonte, con particolare riferimento alle figure di Angelo Gemelli (capo compartimento), Gioacchino Lucangelo (dirigente), Domenico Andrea Vassallo (capo centro provincia diCuneo), Giancarlo Deiusi (capo nucleo provincia di Cuneo) e Salvatore Cinconze (sorvegliante), al fine di richiedere la valutazione di interventi immediati, tesi a scongiurare incolonnamenti chilometrici nei mesi più caldi dell’anno sulla lingua d’asfalto che attraversa la val Tanaro.

L’istanza è tesa in particolare all’ottenimento della “riduzione del numero di impianti semaforici sul tratto della statale 28 considerato”, dell’“impiego delle squadre a disposizione per la regolazione del traffico ed eventuale pronto intervento nei prossimi fine settimana, almeno fino a quando la situazione dei cantieri non si sarà normalizzata” e di “un attento monitoraggio dell’evolversi della situazione e dei flussi di traffico sulla statale 28, atto a ridurre al minimo l’impatto negativo verso l’utenza”.