Quantcast

Mirabilia 2021, l’anteprima a Busca dal 25 al 29 agosto

In città, sede della Residenza Artistica di #PerformingLands, il tendone della compagnia Teatro nelle Foglie, che presenterà "Kairos", la nuovissima produzione di circo contemporaneo, supportata da Leandre Ribera

“The Times They Are A-Changin” questo il titolo e il tema della XV edizione di Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival, che sarà a Busca, Residenza Artistica del progetto #PerformingLands dell’associazione IdeAgorà sostenuto dal ministero della Cultura e dalla Regione Piemonte, dal 25 al 29 agosto. A Busca ci sarà  il tendone della compagnia Teatro nelle Foglie, che presenta “Kairos”, la nuovissima produzione di circo contemporaneo, supportata in fase di creazione dallo sguardo esterno del grande Leandre Ribera; una produzione realizzata proprio a Busca nel 2020 anche grazie agli spazi e al sostegno della Residenza Artistica: “La Città di Busca  – sottolinea il sindaco Marco Gallo – si riconferma  luogo di eccellenza e spazio di residenza, dove sono stati e dove saranno sviluppati molti degli spettacoli in programma al Festival.’ Busca rimane punto fermo di Mirabilia”.

Il Festival 2021, organizzato da IdeAgorà e con la direzione artistica di Fabrizio Gavosto,  prende spunto da una canzone di Bob Dylan, per un’edizione che vuole esprimere speranza  e vuole sancire coraggio e volontà di non arrendersi ed essere stimolo al territorio locale e al panorama artistico nazionale.

L‘Anteprima sarà il primo agosto a Chieri (Torino)  poi continuerà in modalità itinerante, con un tendone da circo che si sposterà sul territorio Cuneese per creare un’oasi di incontro, formazione, laboratori e  spettacoli. La formula on the road è  pensata per rincontrare un pubblico rimasto isolato per quasi un anno e mezzo e riportare in contatto, seppur nel rispetto e nelle limitazioni delle norme anti-Covid, le comunità e i territori. Un viaggio e un’avventura all’insegna della greeneEconomy, dell’attenzione alla disabilità e alle problematiche sociali.

Le anteprime cuneesi saranno ad Alba dal 5 al 9 agost,  cui seguirà quella a Busca e sono ancora in definizione le date per due altri appuntamenti: uno previsto a Torino, in collaborazione con l’Imbarchino del Valentino, e l’altro a Costigliole Saluzzo, in collaborazione con il Castello Rosso.

Il “cuore del Festival” sarà a Cuneo dal 31 agosto  al 5 settembre con oltre 60 eventi fra cortili, palazzi, chapiteaux, giardini, parchi e piazze. Anche  per questa edizione, così come è stato nel 2020, non si potrà ancora ritornare in piena sicurezza a  quella programmazione che da sempre è caratteristica del Festival, che comprende un cartellone di teatro di strada e spettacoli itineranti tra vie e piazze. Tuttavia, proprio l’edizione 2020 di Mirabilia, ha dimostrato l’attuabilità di attenti protocolli di sicurezza sanitaria in grado di garantire  comunque una proposta di alta qualità artistica e una piacevole fruizione dello spettacolo dal vivo senza rinunciare ad alcune emozioni “a sorpresa” che torneranno ad accompagnarci anche quest’anno.

Inaugurazione martedì 31 agosto al Teatro Toselli, con i madrilèni Cia Nueveuno una compagnia spagnola contemporanea e di rilevanza europea che presenta in prima nazionale “Suspencion”il loro secondo lavoro. Una creazione estremamente complessa, che esplora e intreccia i confini tra giocoleria contemporanea, danza e nouvelle magie. Uno spettacolo “diverso”, scenografico, che termina con un complesso gioco teatrale e coreografico tra attori in scena e voci fuoricampo, affrontando, con abile leggerezza, tematiche sociali importanti quali il divario di genere. Lo spettacolo è proposto in partnership con  l’Accion Cultural Espanola e gode del sostegno del Centro Cultural Español de Turín.

Da mercoledì 1 settembre si entra nel vivo della programmazione, con il primo degli  spettacoli di circo sotto lo chapiteau. Inizierà anche la programmazione di danza sviluppata anche attraverso la consolidata e preziosa collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo e che vedrà, nelle varie giornate, alternarsi nomi quali Tommaso Monza, Compagnia EgriBiancoDanza, BTT Balletto Teatro di Torino, Compagnia Twain e ancora, in collaborazione con il Festival SoloCoreografico, soli di giovani e già riconosciuti danzatori.

Da giovedì 2 settembre aprono gli spazi non convenzionali: piazza Foro Boario, che ospiterà la compagnia franco-marocchina di circo urbano Colokolo, proposta in collaborazione con il Festival Oriente Occidente di Rovereto, e i suoi incredibili numeri alla bascula, attrezzo circense che lancia gli acrobati in aria a più di 5 metri; i giardini Fresia con la compagnia francese Madam’Kanibal di  Elodie Meissonnier e alcune aree più periferiche, con spettacoli capaci di avvicinare alle arti performative un pubblico trasversale di famiglie e giovani; fra questi il nuovissimo “Hesperus” del neonato Circo Madera.

Venerdì 3 settembre al via una formula di programmazione più urbana, ma sempre compatibile con i protocolli dettati dall’emergenza sanitaria  in vigore, che nel week end, colorerà di Mirabilia gli spazi individuati nella città.

Saranno anche  allestiti dei  “mini teatri” per il primo incontro piemontese dei teatrini Lambe Lambe, piccoli teatri in scatola per un solo spettatore, tipici della tradizione francese. Il progetto Lambe Lambe è stato sviluppato in modo da modificare questi “teatri delle pulci” e dotarli di tutti gli accorgimenti necessari alla fruizione in piena sicurezza in tempo di covid, con visori in plastica monouso per il pubblico, frontalini trasparenti igienizzabili, etc.

Sabato 4 e domenica 5 settembre la programmazione si intensificherà e si inaugureranno gli spazi teatrali inconsueti come quelli individuati nell’ area del Parco Fluviale Gesso Stura. Solo domenica, andrà in scena uno spettacolo tutto da seguire… in bicicletta: sulle piste ciclabili attraverserà la città, narrandoci in modo divertente e emozionante le più incredibili avventure del grande Fausto Coppi e terminando con una visita guidata al nuovo Parco Parri.

Durante tutti i giorni di Mirabilia proseguiranno anche le programmazioni al Teatro Toselli e alla “Cour du Festival”, il cortile di Palazzo Santa Croce riconfermato quartiere generale del Festival.

Prosegue le collaborazioni con l’Associazione COORPI che quest’anno propone l’interessante progetto Re-Flow. Si arricchisce di azioni la partnership con Fondazione Cirko Vertigo, che non si ferma solo a una programmazione sugli spettacoli ma che prevede anche una collaborazione su progetti di formazione. A loro sarà affidato un cortile del festival per sviluppare uno spazio che diviene una vera e propria showcase dedicata ad allievi e ex allievi della scuola; il programma prevede quindi uno spazio ricco di  spettacoli e performance circensi, che si alterneranno con stages, attività di formazione e  iniziative, e in cui Mirabilia organizzerà una parte degli incontri professionali dedicati alla vetrina di diffusione per le compagnie.

Da venerdì 3 settembre fino a domenica 5 settembre tornerà a Mirabilia anche l’amatissima area espositivo artigianale Manufacto.

Sabato 11 settembre chiusura del Festival Mirabilia a Savigliano con una programmazione  dedicata a un sempre più numeroso e affezionato pubblico di famiglie, che da alcune edizioni assiste agli spettacoli nell’incredibile cornice del Museo Ferroviario Piemontese, visitando un luogo dove memoria e viaggio si incontrano con le performing arts.

“Mirabilia sarà un festival in presenza perché – dice Gavosto – “la cultura può e deve cogliere tutte le opportunità del digitale e del web, quali mezzi di supporto, per prendere forme e percorsi ancora inesplorati, ma la cultura e lo spettacolo dal vivo sono prima di tutto esperienza ed emozione, con  funzioni primarie e fondamentali di crescita e aggregazione sociale”

Anche a integrazione di questo pensiero sarà implementata l’App  già ideata per Mirabilia 2020, che consentirà di far conoscere al meglio i siti del Festival, i beni paesaggistici e architettonici, gli esercizi commerciali, oltre a contribuire alla gestione, in un contesto ancora di emergenza sanitaria, della biglietteria e, se necessario come lo scorso anno, della prenotazione per le aree di spettacolo con programmazione gratuita per il pubblico.

Nel 2020 il festival è stato sostenuto da:
MIBACT, Regione Piemonte, Città di Cuneo, Città di Busca, Compagnia di San Paolo Bando Performing+ 2018-2020, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Fondazione CRS.

Con il contributo di: Culture Ireland, Museo Ferroviario Piemontese, Scuola Holden, Open Baladin, Castelmar, Danzicherie, Alba Fire.

Il Focus Italian Dance è stato realizzato con il sostegno di Fondazione Piemonte dal Vivo.

In collaborazione con:   ATL del Cuneese, Parco Fluviale Gesso Stura, ArenaLive Festival, Interplay Festival, ISACS, ACCI_ Associazione Circo Contemporaneo Italia, Confcommercio Cuneo, WeCuneo, Dams, Associazione COORPI, progetto #PerformingLands, Imbarchino, RBL_ Radio Banda Larga, New Digital App, Fondazione Cirko Vertigo, progetto Quinta Parete, progetto Take Off,  Cortocircuito Savigliano Film Festival.

Il Festival Mirabilia è un progetto ideato e organizzato da IdeAgorà, diretto da Fabrizio Gavosto
Il Festival ha ottenuto l’EFFE Label

#TheTimesTheyAreA-Changin’#mirabilia2021 #mirabiliafestival #mymirabilia #Mirabiliaè

INFO:  www.festivalmirabilia.it
Facebook: Mirabilia Festival Europeo – Instagram: @mirabiliafestival – Twitter: @MirabiliaFest