Quantcast

L’Unione Montana Valle Varaita stanzia 25mila euro per i giovani

Dopo un anno difficile, soprattutto per i più giovani, bloccati nelle loro attività sociali, l’Unione ha deciso di dare un contributo per ogni comune della Valle, differenziando gli importi sulla base del numero degli abitanti

L’Unione Montana Valle Varaita, in considerazione del fatto che anche nel corso del 2021 l’emergenza sanitaria ha duramente colpito la fascia giovanile della popolazione, ha deliberato un contributo straordinario di 25.000 euro per iniziative a favore della popolazione giovanile, per mitigare i danni alla socialità che sono tra le conseguenze secondarie della pandemia. La somma verrà ripartita tra i vari comuni costituenti l’Unione Montana tenendo conto della popolazione residente: riceveranno 1.800 euro di contributo i comuni fino a mille abitanti (Bellino, Pontechianale, Sampeyre, Frassino, Melle, Rossana, Isasca) mentre la cifra di 3.100 euro sarà erogata in favore dei comuni con popolazione più numerosa (Brossasco, Venasca, Piasco, Costigliole Saluzzo).

«Stiamo ripartendo dopo un periodo difficile, con l’auspicio che gradualmente lo si possa considerare definitivamente alle spalle – precisa Silvano Dovetta, Presidente dell’Unione Montana Valle Varaitae oltre a tutelare le esigenze delle attività produttive, come abbiamo fatto in precedenza, ci è sembrato naturale destinare risorse economiche a sostegno di iniziative volte a rinsaldare la socialità e l’aggregazione, naturalmente con tutte le precauzioni e le protezioni necessarie, dei più giovani: una fascia d’età colpita dal Covid-19 in modo diverso rispetto a tutte le altre, non tanto nella salute fisica o nella capacità produttiva, quanto piuttosto a livello psicologico».

L’erogazione del contributo è vincolata alla realizzazione di iniziative a sostegno di giovani, ragazzi e bambini, quali ad esempio l’organizzazione di Estate ragazzi, direttamente da parte del comune o attraverso la mediazione di associazioni, l’acquisto supporti per la Didattica a distanza, l’organizzazione di eventi di animazione o altre attività che possano lenire gli effetti derivanti dal lungo periodo trascorso in lockdown, nel quale sono stati ridotti o azzerati i momenti di aggregazione, è stata impossibile la pratica dello sport e le attività di gruppo di qualunque genere sono state bloccate.

Il contributo sarà liquidato dall’Unione Montana entro la fine dell’anno a seguito della presentazione da parte dei comuni della documentazione di spesa, nella quale si attesti l’utilizzo del contributo per finalità compatibili con quelle previste.

L’approvazione di questa misura è avvenuta nel corso della seduta della Giunta dell’Ente dello scorso 16 aprile 2021 a Venasca.