Quantcast

Le saracinesche abbassate del centro commerciale “Grande Cuneo” (foto e video) foto

Alle 11 in punto di oggi (martedì 11 maggio), così come a Mondovicino, è andata in scena una protesta simbolica che ha coinvolto circa 30 mila punti vendita di tutta Italia

Cuneo. Come annunciato alle 11 esatte della mattina di oggi (martedì 11 maggio) le saracinesche dei negozi interni al centro commerciale “Grande Cuneo” si sono abbassate per alcuni minuti. Così è avvenuto a Mondovicino nel capoluogo monregalese e in centinaia di centri commerciali di tutta Italia.

manifestazione ex auchan grande cuneo tezenis

Un gesto simbolico quello messo in atto questa mattina che aveva l’obiettivo di chiedere “l’immediata revoca delle misure restrittive che da oltre sei mesi impongono la chiusura dei negozi nei giorni festivi e pre-festivi ovvero nei giorni più importanti della settimana in termini di ricavi e fatturato”.

L’iniziativa, che con il motto “chiudiamo per poter riaprire” ha coinvolto 30.000 negozi e supermercati, è stata promossa dalle associazioni del commercio, ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC–Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione. “Dall’inizio dell’emergenza – recita una loro nota congiunta – il settore dei centri commerciali si è impegnato in un dialogo costruttivo con il Governo, anche mettendo volontariamente e gratuitamente a disposizione 160 strutture sul territorio nazionale per la creazione di hub vaccinali. Le Associazioni del commercio coinvolte auspicano di poter avere dalle Istituzioni risposte certe e tempestive, per rimettere in moto un comparto tra i più danneggiati dalla crisi, che continua ad operare solo parzialmente e senza una chiara prospettiva di ripresa”.