Quantcast

La Scuola Calcio SanBenigno2RG riparte in partnership con la Sampdoria

Il sodalizio prevede presenza sui campi delle frazioni cuneesi dei tecnici doriani e trasferte al centro sportivo di Bogliasco per affinare la preparazione

Si è concretizzato il sodalizio tra la Scuola Calcio SanBenigno2RG e Sampdoria. “A due anni dalla nascita della locale Associazione – si legge in una nota – si aprono le porte verso la collaborazione con la società professionista blucerchiata nell’ottica di crescere dal punto di vista umano e tecnico. Umiltà, la persona al centro, lo sport sano: proprio questa comunione di intenti ha fatto sì che questo matrimonio si potesse celebrare ed insieme si potesse intraprendere il percorso della NEXT GENERATION SAMPDORIA”.

“Grazie ad una opportunità offerta dalla Sime Sport di Imperia – si legge ancora – da subito ci si è ritrovati nel confronto con tecnici doriani rispetto alla visione della crescita dei ragazzi. L’organizzazione della Scuola Calcio non verrà stravolta ma arricchita da un supporto tecnico di livello professionistico senza alterare quelli che erano i principi che hanno saputo attrarre i ragazzi di oltre 170 famiglie locali. Proprio in questo spirito, e quanto mai adesso dopo lo stop forzato, si punterà sul pieno recupero delle giovani leve senza pesare sui bilanci famigliari “congelando” le quote associative”.

“Questo – conclude la nota – è reso possibile dall’autonomia economica della Scuola Calcio che non deve foraggiare le prime squadre ma che investe anno per anno sulle proprie risorse per la crescita dei giovani. In questo anno di quasi assenza sul campo ben 5 mister della Associazione frazionale hanno conseguito il patentino di allenatore e dalla prossima stagione saranno in 9 ad arricchire l’organigramma. Il sodalizio prevede presenza sui campi delle frazioni cuneesi dei tecnici doriani e trasferte al centro sportivo di Bogliasco per affinare la preparazione. Un segnale di ripartenza concreto ed ambizioso che proietta la realtà della Scuola Calcio SanBenigno2RG oltre il confine regionale”.