Quantcast

Il sogno di Irina si infrange sul muro di Perm. Il sindaco Baudino: “orgoglio chiusano”

Si spengono in semifinale le speranze della chiusana Irina Daziano agli europei U18 di arrampicata in Russia. Il responsabile tecnico Luca Macario: "essere tra le prime 15 in Europa è un gran risultato, ma siamo consapevoli che bisogna lavorare ancora moltissimo perché il livello di alcune nazioni è altissimo"

Non è riuscita nell’impresa di raggiugere la finalissima degli europei U18 di arrampicata attualmente in corso a Perm, in Russia. La giovane atleta chiusana Irina Daziano, si è ovuta arrendere in semifinale questa mattina sul muro sovietico dove, classificandosi undicesima, non è riuscita ad agguantare (è proprio il caso di dirlo) uno dei sei posti utili a staccare il biglietto per la finale di arrampicata Boulder.

“Sono contento per la prestazione – dichiara Luca Macario, responsabile tecnico e del gruppo sportivo agonistico di InOut di cui Irina fa parte – essere tra le prime quindici in Europa è sicuramente un gran risultato, il Boulder poi è una specialità incredibile: basta un soffio per passare dal paradiso all’inferno e viceversa. Siamo consapevoli che bisogna lavorare ancora moltissimo perché il livello di alcune nazioni (Francia e Slovenia su tutte) è altissimo”.

Resta tuttavia prodigioso ciò che è riuscita a compiere la portacolori dell’associazione sportiva chiusana InOut in grado di portare Chiusa di Pesio ai vertici continentali della specialità. “Abbiamo seguito con entusiasmo l’avventura di Irina e non possiamo che farle i nostri complimenti più sinceri – commenta Claudio Baudino, sindaco di Chiusa di Pesio. – Oggi si ripartiva da zero e si sapeva che era durissiama. L’abbiamo seguita e supportata in tutta la stagione e siamo davvero orgogliosi di lei. Come amministrazione comunale rivolgiamo un plauso all’associazione InOut che da anni lavora con i giovani e, come spesso accade, con un grande lavoro i risultati arrivano. Ringraziamo anche i genitori che con grandi sacrifici hanno sostenuto e sostengono Irina e la sua passione. La Valle Pesio conferma la sua eccellente tradizione sportiva e dunque la nostra amministrazione comunale continuerà a incentivare e a sostenere il centro sportivo Le Vele nonchè tutte le strutture e le associazioni degli sport di montagna che ci stanno regalando così tante soddisfazioni”.