Quantcast

I Radicali cuneesi alla ricerca di volontari per la raccolta firme per il referendum sull’eutanasia legale

Dal primo luglio prossimo e per tutta l’estate partirà anche a Cuneo la raccolta delle 500mila firme necessarie per portare in Parlamento la discussione sul referendum sulla legalizzazione dell’eutanasia. Chiunque desiderasse collaborare con i Radicali è invitato a contattarli.

Partirà dall’estate prossima la battaglia dei Radicali per il raggiungimento anche nel nostro paese, sulla falsa riga del provvedimento approvato in Spagna poco tempo fa, della legalizzazione dell’eutanasia. Dal primo luglio, infatti, in molte città italiane saranno allestiti numerosi banchetti per sottoscrivere la petizione per cercare di raggiungere la soglia del mezzo milione di firme, necessaria per portare la discussione del referendum in Parlamento.

L’Associazione Radicali Cuneo – Gianfranco Donadei sta lavorando per portare i banchetti anche a Cuneo e nella Granda. È necessaria però la collaborazione di alcuni volontari, e per questo i Radicali cuneesi scrivono sul loro sito: “Come associazione radicale territoriale ci stiamo organizzando per avviare anche in Provincia di Cuneo la raccolta firmeCi serve però una grande mano: se vuoi diventare volontario della campagna, aderire al comitato promotore locale come gruppo o singolo, o se sei disponibile ad autenticare le firme ai banchetti, non esitare a contattarci!”.