Quantcast

Continua a far parlare, non positivamente, la fusione tra Ubi e Intesa San Paolo

La filiale di Govone ha ridotto l'orario e questa settimana non ha proprio aperto per motivi organizzativi

Govone. I clienti continuano ad esprimere malcontento in seguito alla fusione tra Ubi e Intesa San Paolo.

L’ultima in ordine di tempo riguarda un correntista della filiale di Govone che affida ai social il suo sfogo: “Da quando c’è stato il passaggio da UBI a Intesa San Paolo, hanno deciso di tenerla aperta solo il lunedì e mercoledì mattina. Già pare poco per il paese, ma ascoltate! Lunedì 24 mi reco in banca e la trovo chiusa; un biglietto dice che quel giorno è chiusa per motivi organizzativi… Oggi (ndr ieri mercoledì 27 maggio) mi reco di nuovo e la trovo chiusa e senza alcuna spiegazione. Intanto arrivano altre 6 persone, deluse come me. Telefono alla filiale di Priocca e mi dicono che non c’è l’ impiegata e quindi… la banca non apre.

Non pensate che i Govonesi meritino un servizio più attento ed efficiente?” è l’interrogativo che si pone il cliente dopo questa mancanza.