Quantcast

Asl Cn1: “Mancano strutture adeguate ai giovani colpiti da disagi psicologici causati dal Covid-19”

Oltre il 40% avverte disagi psicologici causati dalle restrizioni del periodo. Sono dati emersi dalla ricerca, presentata nei giorni scorsi, della Fondazione Italiana in Salute e realizzata da Sociometrica

Continuano a preoccupare gli effetti collaterali del lockdown sui ragazzi. Secondo Il Sole 24 Ore oltre il 40% dei giovani avverte disagi psicologici causati dalle restrizioni del periodo. Molto ragazzi, colpiti da solitudine e isolamento sociale causato dalla pandemia, ricorrono a gesti autolesionistici. Queste alcune delle conseguenze del Covid-19 sulla salute e le abitudini degli italiani emerse dalla ricerca, presentata nei giorni scorsi, della Fondazione Italiana in Salute e realizzata da Sociometrica.

A proposito dell’argomento nell’Asl Cn1 a preoccupare è la carenza dei posti letto denunciata sia da Franco Fioretto, a capo della Neuropsichiatria infantile dell’Asl Cn1, come dallo psichiatra Risso, primario del Dipartimento Interaziendale di Salute Mentale AslCn1 e Aso Santa Croce e Carle.

Mancano strutture adeguate così come il personale. Queste carenze costringono a ricorrere al ricovero nei reparti psichiatrici per adulti, luoghi sicuramente non adatti all’età dei pazienti pediatrici.