Quantcast

Aperto il Colle della Lombarda, ancora chiuso quello dell’Agnello

Per tutto il tratto stradale è in vigore il limite di velocità di 30 km orari e il divieto di transito ai veicoli lunghi più di 10 metri.

Dopo i lavori di sgombero della neve e dei detriti sabato 29 maggio la Provincia ha aperto al transito il Colle della Lombarda in alta valle Stura, lungo la strada provinciale 255 dal bivio con la statale 21 fino a Sant’Anna di Vinadio e al confine di Stato.

Anche questa strada è stata danneggiata dall’alluvione dell’ottobre 2020 e sono stati necessari interventi di ripristino.

Il valico è rimasto chiuso durante l’inverno anche a causa della neve e delle valanghe che hanno reso impraticabile la carreggiata. Il Colle della Lombarda (2.350 metri) è il valico che collega il versante italiano a quello francese delle Alpi Marittime e in particolare alla stazione sciistica di Isola 2000.

L’ascesa al colle costituisce una delle più suggestive salite delle Alpi, con tappa al santuario di Sant’Anna, il più elevato d’Europa. Si ricorda che per tutto il tratto stradale è in vigore il limite di velocità di 30 km orari e il divieto di transito ai veicoli lunghi più di 10 metri.

Stanno procedendo, nel frattempo, i lavori di sgombero neve anche sulla strada provinciale 251 verso il valico dell’Agnello in alta valle Varaita dove in alcuni punti, interessati dalle valanghe, la neve raggiunge ancora alcuni metri di altezza.

Mancano ancora alcuni chilometri, ma l’obiettivo è quello di aprire il valico tra una settimana, come da accordi con i francesi. Il colle internazionale dell’Agnello (quota 2.748 metri) collega l’alta valle Varaita con il Queyras francese.

E’ una delle mete preferite per gli appassionati di ciclismo e motociclismo di alta montagna.