Quantcast

Piemonte, allarme siccità: quarto mese di marzo più secco degli ultimi 70 anni

Le aree più colpite sono i bacini del Cuneese e della Dora Baltea. Risorsa idrica nella neve inferiore del 20%

Allarme siccità in Piemonte: il mese di marzo 2021 appena andato in archivio è risultato essere il più secco degli ultimi settant’anni, con una media di 8,3 millimetri di pioggia caduti sull’intero territorio regionale.

Addirittura, da 54 giorni non si registra una precipitazione piovosa che porti in dote almeno cinque millimetri d’acqua.

Come segnala l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale), meno piovosi sono stati solo i mesi di marzo del 1961 (4,3 millimetri), del 1953 (4,9 millimetri) e del 1997 (7,7 millimetri).

Inoltre, la portata dei fiumi è ridotta e solo il Toce e la Dora Baltea rispettano la media di marzo. Tuttavia, per effetto delle precipitazioni di gennaio, l’indice di siccità trimestrale riguarda solo, e in forma lieve, i bacini del Cuneese e della Dora Baltea.

Quanto alla copertura nevosa, essa risulta fortemente deficitaria e la risorsa idrica immagazzinata evidenzia un deficit nel volume del 20%.