Quantcast

Marta Bassino ricevuta dal Generale Serino con gli atleti del CS Esercito distintisi nell’ultima stagione

"Impegno, sacrificio e determinazione: i valori che ci accomunano" il commento della Bax

Nel pomeriggio di martedì 27 aprile, nella Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito, una rappresentanza degli atleti della Sezione sport invernali del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur ha incontrato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Pietro Serino, che ha consegnato loro alcuni riconoscimenti militari per le ottime prestazioni sportive e i grandi traguardi raggiunti nelle ultime competizioni agonistiche.

Tra gli undici atleti che più si sono messi in luce nel corso dell’ultima stagione anche la borgarina 1° Caporal Maggiore Marta Bassino per la Coppa del Mondo nello “slalom gigante” e l’Oro nello “slalom parallelo”.

“Queste vostre importanti vittorie – ha detto il Generale Serino – sono state, prima di tutto, un traguardo per tutto lo sport italiano. Tante volte, nel corso della nostra carriera, ci sarà capitato di chiederci il perché dello sport di eccellenza nell’Esercito Italiano. La risposta è evidente: esso è l’esempio per noi che svolgiamo la professione del soldato di ciò che bisogna possedere per conseguire un obiettivo difficile, e cioè impegno, sacrificio, determinazione. Ma c’è un’altra cosa
importante da tenere sempre presente, ovvero la capacità di lavorare in team: lo sport è sempre un’attività di squadra, anche quando la gara è individuale e questo è un aspetto importante anche per la nostra professione di soldati. Voi atleti, unitamente al personale tecnico e logistico che vi supporta, siete un esempio per tutti noi, perché ci fate capire come le cose devono funzionare. Se guardiamo a voi scopriamo dov’è la chiave del successo. A nome dell’Esercito e mio personale vi dico che vi siamo grati e riconoscenti di quello che avete fatto. In bocca al lupo per le sfide future!”

Come ha ribadito il Tenente Colonnello Patrick Farcoz, Comandante del Centro Sportivo Esercito, “dietro ai risultati che oggi esaltiamo si cela un lavoro individuale e di squadra, che parte da lontano, svolto con sacrificio, passione, lealtà e nobile umiltà, caratterizzato dalla cura dei minimi particolari e nell’attenzione della personalità di ogni atleta”.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, a chiusura dell’incontro, ha ringraziato lo staff che ha seguito gli atleti: tecnici, allenatori, medico, fisioterapista, linea di comando che, con un lavoro silente, costante e impegnativo, hanno fornito un fattivo contributo per supportare gli atleti nella conquista di titoli così prestigiosi. Tra gli impegni futuri degli atleti dell’Esercito i Giochi Olimpici estivi di Tokyo e quelli invernali di Pechino, nonché la programmazione del quadriennio olimpico che porterà ai Giochi di MilanoCortina 2026.

Questo il commento pubblicato da super Bax nella foto che la ritrae con il Generale Serino: “Impegno, sacrificio e determinazione: i valori che ci accomunano.”