Quantcast

I racconti della lotta partigiana protagonisti per tutto il mese di aprile a Cuneo con “Resistenze”

In preparazione al 25 aprile il Comune di Cuneo, in associazione con l’Istituto Storico della Resistenza e la Fondazione Nuto Revelli, ha organizzato un ciclo di incontri e iniziative per raccontare una delle pagine storiche più importanti della nostra città.

Si intitola “Resistenze” l’iniziativa culturale organizzata dal Comune di Cuneo insieme all’Istituto Storico della Resistenza, alla Fondazione Nuto Revelli e all’ANPI provinciale. Si tratta di una serie di attività che spaziano dalla guerrilla communication, alle immagini, le installazioni audio, le testimonianze e la musica, molte delle quali in diretta streaming, per raccontare la lotta partigiana, nata nelle nostre valli, per accompagnare i cittadini verso il 25 aprile. Si approfondiranno i luoghi della Resistenza e la liberazione della città, il tutto con uno sguardo rivolto verso l’Europa.

L’idea dell’Europa unita, infatti, nata 80 anni fa con il Manifesto di Ventotene, è sorta proprio sulla base degli ideali di libertà portati avanti dalla lotta partigiana, che ha visto la Provincia di Cuneo protagonista assoluta. Non è un caso che una delle più importanti personalità della Resistenza cuneese e nazionali, Duccio Galimberti, sia a livello unanime considerato uno dei precursori del concetto di unità europea (con il suo “Progetto di Costituzione Confederale Europea ed Interna”, pubblicato nel 1946).

Le iniziative di Resistenze si propongono di unire storia, cultura ed arte e vedranno protagonisti, tra gli altri, la CGIL e la CISL cuneesi, il Centro Europe Direct Cuneo, l’UIL e gli artisti Lou Seriol e Lhi Balòs.