Quantcast

Chiara Gribaudo si dichiara felice per l’assoluzione di De Benedetto: “Sentenza storica”

La deputata del PD ha espresso tutta la propria soddisfazione per la mancata condanna al malato che coltivava cannabis a scopo terapeutico. “Il proibizionismo di Stato non può obbligare qualcuno a soffrire”.

La sentenza dello scorso martedì, che ha visto assolvere Walter De Benedetto dall’accusa di coltivazione illecita di cannabis ha rappresentato una pagina storica per la giurisprudenza del nostro Paese. È questo il pensiero di Chiara Gribaudo, deputata cuneese del PD, la quale ha espresso tutta la propria soddisfazione per tale sentenza attraverso un post su Facebook. Ecco le sue parole.

Walter De Benedetto coltivava cannabis nel suo giardino per lenire il dolore della sua malattia. Lo Stato non riusciva a garantirgli la fornitura di medicine di cui aveva bisogno, ma aveva fatto un blitz in casa sua come fosse uno spacciatore. Ieri Walter De Benedetto è stato assolto: le mancanze del sistema sanitario lo legittimano a coltivare cannabis per curarsi.

È una sentenza storica alla quale la politica deve fare seguito: perché il proibizionismo di Stato non può arrivare ad obbligare qualcuno a soffrire. I farmaci a base di cannabis sono scarsissimi nel nostro Paese, eppure sono tanti i malati che ne avrebbero bisogno.

Mettiamo da parte i pregiudizi e pensiamo a curare le persone”.