Quantcast

Bilancio della “Speed Marathon”: 400 violazioni e ritiro di 12 patenti di guida

Multato torinese sulla tangenziale di Bra che viaggiava alla velocità di 160 km/h, superando di  70 km/h il limite di velocità massima consentita

Più informazioni su

Si è conclusa la settimana dedicata all’Operazione Congiunta Europea denominata “Speed Marathon” finalizzata al contrasto dell’eccesso di velocità che costituisce una delle principali cause di incidenti stradali in Europa.

Nel periodo individuato, la Polizia Stradale ha predisposto sull’intero territorio nazionale dei mirati servizi di controllo della velocità sulle arterie autostradali e di grande comunicazione.

Anche in Provincia di Cuneo la Polizia Stradale, utilizzando le strumentazioni tecnologiche a sua disposizione, ha contribuito all’iniziativa con pattuglie dedicate che hanno monitorato le strade e autostrade di competenza.

La Sezione Polizia Stradale di Cuneo, anche attraverso i propri Reparti dislocati sul territorio di competenza, ha svolto nel corso della settimana  18 servizi specifici per il controllo della velocità accertando circa 400 violazioni, ritirando nell’immediatezza 12 patenti guida, in quanto è stato accertato con il “telelaser” che l’eccesso di velocità rilevato era superiore di oltre 40 km/h al  limite massimo consentito.

In particolare,  una pattuglia del Distaccamento Polizia Stradale di Saluzzo ha controllato un cittadino italiano, residente nella provincia di Torino, che con la propria autovettura percorreva la tangenziale di Bra (CN) alla velocità di 160 km/h, superando di  70 km/h il limite di velocità massima consentita che in quel tratto è di 90 km\h. Nella circostanza, il medesimo è stato sanzionato con una multa di circa 800 euro, con  il ritiro della patente di guida (per un periodo che potrà arrivare fino ad un anno) e la decurtazione di 10 punti.        

Più informazioni su