Quantcast

Assegnati al CD Fossano i Campionati Italiani a Squadre 2021 di Dama Internazionale

In gara i migliori damisti italiani sulle 100 caselle 

Sarà Fossano ad ospitare il primo evento sportivo di portata nazionale in programma nella Granda (a parte il passaggio di alcune tappe del Giro d’Italia) in questo 2021: infatti, pochi giorni fa il Circolo Dama Fossano ha ricevuto dalla Federazione Italiana Dama l’incarico di organizzare il Campionato Italiano a Squadre di Dama Internazionale, la specialità disputata sulla damiera da 100 caselle (e con regole in parte diverse dalla Dama Italiana) e usata per le gare a livello mondiale e continentale.
Il Circolo Dama Fossano, guidato dal presidente Davide Pagliano, torna ad avere l’onore di ospitare ed organizzare un evento di livello nazionale a distanza di 5 anni: l’ultima volta fu nel 2016 quando il club del presidente Pagliano ospitò l’analogo Campionato Italiano a Squadre di Dama Internazionale, vinto proprio dalla squadra di casa. La gara si disputerà da sabato 29 a lunedì 31 maggio presso la sala congressi del Dama Hotel di via Circonvallazione, sede del CD Fossano, gestito da Davide e Daniela Pagliano, e vedrà protagonisti i migliori giocatori italiani e stranieri residenti in Italia di questa specialità: in particolare, saranno in gara i campioni che dominano la classifica italiana di Dama Internazionale a partire dal n. 1, il giovane Maestro Alessio Scaggiante, il talento emergente degli ultimi anni, e poi il Grande Maestro Loris Milanese, capitano della Nazionale Italiana di Dama e miglior giocatore del CD Fossano; il Maestro Aboubacar Diop, senegalese del CD Bergamo, il Grande Maestro e CT della Nazionale Daniele Bertè di Savona, il Grande Maestro Daniele Macali di Latina e molti altri damisti tra i primi 50 del ranking italiano di specialità. Tra i Circoli Dama saranno in gara tutti i più importanti a livello nazionale nella specialità sulle 100 caselle, quelli che si sono contesi il Campionato Italiano a Squadre nell’ultimo decennio come il CD Fossano, padrone di casa, il CD Bergamo, il CD Latina; il CD Savonese, il CD Triestino, il CD Mori (Trento), il CD Verona ed altri ancora da tutta la Penisola.
Incerta per ora la presenza del “campionissimo” Michele Borghetti di Livorno, lontano dalle gare da alcuni mesi, ma proprio il torneo di Fossano potrebbe ospitare il suo atteso ritorno in campo. Il lotto definitivo delle squadre e dei giocatori partecipanti sarà annunciato nei primi giorni di maggio. Comunque, il livello tecnico sarà,  di certo, altissimo, probabilmente il più elevato di tutto il 2020 in Italia. Ogni formazione sarà composta da 3 damisti e il programma della gara prevederà numerosi turni di gioco: in ogni partita ogni giocatore di un circolo affronterà un solo avversario della squadra rivale. I turni di gioco si dovrebbero svolgere dal pomeriggio del 29 maggio a quello del 31 maggio quando si terranno le premiazioni.
Il CD Fossano oltre alla sua Prima Squadra sta valutando la possibilità di iscrivere anche una seconda formazione, composta da damisti della Granda, come fatto da altri circoli in precedenti edizioni dei Campionati a Squadre: questo per offrire ai giocatori locali l’opportunità di affrontare damisti di altissimo livello e di migliorare il proprio gioco. Il torneo assegnerà il titolo di Campioni Italiani a Squadre, nel 2020 vinto dal circolo Energya Fitness Club di
Maser ( Treviso), guidato da Alessio Scaggiante: da sottolineare che il CD Fossano ha trionfato nel 2015 e nel 2016.
Alla manifestazione parteciperanno circa una cinquantina di giocatori, e numerosi dirigenti dei circoli e della FederDama che sarà rappresentata almeno da alcuni consiglieri federali, se non dallo stesso presidente FID Carlo Bordini.
Da sottolineare che il Campionato si svolgerà in piena sicurezza, nel rispetto delle rigide normative anti-contagio da Covid 19 fissate dalla FID: obbligo di mascherina e di visiera durante le partite e nelle fasi precedenti e successive, obbligo di frequente sanificazione delle mani durante la gara, mantenimento della distanza di sicurezza tra le persone, igienizzazione delle damiere e delle pedine, a cura degli arbitri, ad ogni turno di gioco.