Quantcast

Alba, gli auguri del vescovo Brunetti: “Il Risorto ci guidi dalle tenebre della pandemia alla luce di Pasqua”

"E ci pare di essere ancora in cammino, come i discepoli di Emmaus, sconsolati… Noi speravamo… e invece siamo ancora qui a combattere tra restrizioni e chiusure"

Alba. Puntuali arrivato gli auguri per la Pasqua 2021 da parte del vescovo di Alba, monsignor Marco Brunetti.

La Pasqua del Signore Gesù è alle porte ed è occasione per tutti noi di ripensare da cosa dobbiamo risorgere, rialzarci, risollevarci….
La risurrezione di Gesù è la vittoria sulla morte, è la liberazione dal peccato, è la luce che illumina le oscurità della nostra vita e società.
Vorrei rivolgermi a tutti voi con le parole di alcune monache di clausura, che pur rimanendo chiuse nel loro monastero, portano nella preghiera le gioie e le angosce del mondo: “Abbiamo più che mai il bisogno di parole di speranza, abbiamo sentito crescere nel cuore la necessità di risposte vere e certe alle nostre domande di fronte alla morte, alla sofferenza, al dolore. E ci pare di essere ancora in cammino, come i discepoli di Emmaus, sconsolati… Noi speravamo… e invece siamo ancora qui a combattere in questa pandemia tra restrizioni e chiusure. La santa Pasqua ci ridoni forza e slancio, ci apra gli occhi e il cuore per incamminarci sulla strada della rinascita interiore, familiare e sociale”.
Tutti noi, credo ci ritroviamo in questo augurio che vorrei fare mio e condividere con tutti voi.
In particolare penso ancora ai nostri malati e anziani che possano rialzarsi e risorgere dal timore dell’abbandono e della malattia; alle famiglie che possano riscoprire la gioia degli affetti umani vissuti in semplicità all’interno delle mura
domestiche, dono di Gesù risorto.
Buona Pasqua anche a chi fa fatica per mancanza di lavoro o di casa, trovino nella solidarietà umana e cristiana la capacità di risollevarsi dall’indigenza per una vita più degna e accettabile.
Sono certo che grazie all’impegno di tutti, degli operatori sanitari e pastorali, dei volontari di tante associazioni, delle istituzioni e della campagna vaccinale in corso usciremo tutti insieme dalle tenebre in un mondo di luce e di pace.
Risorgere significa morire a tutte queste situazioni disperate per ridonare speranza in un futuro migliore.
Il Risorto è l’eterno vivente, il Risorto può risollevarci!
Con questi sentimenti vi benedico e auguro a tutti di cuore Buona Pasqua!”