Quantcast

Rebel Bit, da Cuneo alla conquista di Italia’s Got Talent: armonia di voci e quattro “sì”

Giulia Cavallera, Guido Giordana, Lorenzo Subrizi e Paolo Tarolli, oltre al sound designer Andrea Trona, hanno partecipato alla settima puntata del talent show, raccogliendo un enorme successo

Freschi dell’esibizione, in forma virtuale, al Los Angeles A Cappella Festival (LAAF) dello
scorso 27 febbraio e della vittoria di un “A Cappella Video Award” con il brano “Just a Christmas
Wish” (premio Best Holiday Video), i cuneesi Rebel Bit sono stati protagonisti di una straordinaria performance televisiva a Italia’s Got Talent.

Nella serata di mercoledì 17 marzo la vocal band della Granda, composta dagli insegnanti della Fondazione Fossano Musica Giulia Cavallera, Guido Giordana, Lorenzo Subrizi e Paolo Tarolli, oltre che dal sound designer Andrea Trona, ha partecipato alla settima puntata del talent show, raccogliendo un enorme successo.

I giudici Joe Bastianich, Mara Maionchi, Frank Matano e Federica Pellegrini hanno dato i loro quattro “sì” all’esecuzione di “Pure Imagination” (brano di Gene Wilder, tratto dalla colonna sonora del film “Willy Wonka e la Fabbrica di cioccolato”).

“Dobbiamo ammettere che negli ultimi mesi siamo riusciti a ottenere importanti riconoscimenti internazionali – dichiarano –. In particolare, l’esibizione di Los Angeles ha rappresentato un momento molto significativo della nostra carriera. Non possiamo che ringraziare sentitamente ‘CASA – The Contemporary A Cappella Society’, l’associazione comunità Papa Giovanni XXIII, l’insostituibile videomaker Giacomo Siciliani, nonché tutti coloro che hanno voluto partecipare con noi alla descrizione di un attimo. È indubbio poi che la partecipazione a Italia’s Got Talent abbia rappresentato per noi un motivo di onore e grande soddisfazione. Oltre ad essere la ‘prima’ televisiva per il gruppo, ha permesso di esibirci con uno dei brani che più ci sta a cuore. Non neghiamo, poi, che l’ottenimento di ben 4 ‘sì’ ci abbia davvero riempito di orgoglio ed entusiasmo. Un sentito ringraziamento alla produzione, agli autori, alla conduzione e alla giuria: è stata davvero un’esperienza intensa e gratificante”.