Quantcast

“Pouragnin doc”: i personaggi che hanno fatto la storia del paese foto

Sul gruppo facebook "Sei di Peveragno" una rubrica settimanale dedicata alle tante persone che hanno lasciato una traccia indelebile nella storia di Peveragno

Sin dalla loro nascita, i gruppi facebook che fanno riferimento ad una precisa località sono stati prevalentemente contraddistinti dalle discussioni sui personaggi che di quel luogo hanno fatto la storia. Ed è del tutto evidente che la cronaca recente dei nostri paesi e delle nostre città non è di certo stata scritta da valorosi uomini d’arme o da temibili condottieri, bensì da tante persone comuni che, talvolta per la loro esistenza “particolare” o per qualche abitudine bizzarra, hanno lasciato tracce indelebili nei ricordi di chi li ha avuto la fortuna di conoscerli.

Così, discutere di un personaggio con la cui vita ci si è incrociati, o di cui si è magari soltanto sentito parlare da genitori e familiari, diventa una divertente ginnastica del ricordo attraverso la quale riesumare, e condividere, ricordi presenti in qualche angolo della mente, che parevano dimenticati.

Autentici “esercizi della memoria” che nei vari gruppi vengono solitamente proposti in maniera saltuaria, ma che nel gruppo “Sei di Peveragno” sono invece da qualche settimana diventati una vera e propria consuetudine, consolidatasi in una rubrica a cadenza regolare chiamata “Pouragnin doc“. Ogni sabato mattina, infatti, gli amministratori propongono la scheda di un personaggio della Peveragno che fu, che, introdotta da un favolistico “C’era una volta in questo posto, in un altro tempo non molto lontano…”, fa letteralmente “scavare nella memoria” i Peveragnesi, e spesso sorridere per ciò che se ne ricava.

“L’idea nasce dal ricordo dall’esperienza vissuta nella Casa di Riposo comunale, dove ho avuto modo di conoscere persone speciali, le loro storie, la loro quotidianità e il loro essere una biblioteca di vita. L’amore nei loro confronti mi ha spinta a raccontare perchè senza la dimensione del ricordo noi tutti saremmo nulla; il passato ci restituisce le nostre radici, chi siamo e il percorso che stiamo facendo “ commenta Serena Macagno, amministratrice del gruppo facebook “Sei di Peveragno”.

Così nelle scorse settimane sono stati tracciati i profili di indimenticabili figure peveragnesi tra cui Titta ‘l Calliè (calzolaio), l’indimenticabile Bambinellu e la storica edicolante Mary. “Ma abbiamo – aggiunge Serena – una decina di altre persone da raccontare anche perchè, peculiarità della rubrica, parleremo anche di persone in vita, anche grazie alla passione dei membri del gruppo che con la loro memoria ci aiutano a far fiorire le diverse storie. Chiunque può contribuire, scrivendoci  per segnalarci avvenimenti e realtà, che cercheremo di approfondire e narrare”.