Quantcast

Marta Bassino rinuncia allo slalom: “Preferisco concentrarmi solamente sulla gara di domenica che potrebbe essere decisiva”

Domenica 7 marzo in programma il gigante che potrebbe permettere all'atleta borgarina di aggiudicarsi la coppa di specialità con due gare di anticipo. "Non ho l'ansia di volere chiudere il discorso in ottica classifica di specialità, dipende tutto da me e questo è un bel vantaggio nei confronti della concorrenza, mi aiuta a rimanere tranquilla e pensare esclusivamente alla mia prestazione” ha dichiarato la Bassino

Cambio di programma a causa del meteo per la tappa di Coppa del mondo di Jasna. Oggi, sabato 6 marzo, andrà in scena lo slalom, prima manche alle ore 9.30, seconda alle ore 12.30 con diretta televisiva su Raisport ed Eurosport, mentre domenica 7 toccherà al gigante con gli stessi orari.

Oggi alla partenza tre azzurre: Irene Curtoni, Martina Peterlini e Federica Brignone.

La nostra Marta Bassino dopo l’inversione delle date ha deciso di concentrarsi unicamente sul gigante di domenica, dove sarà ai cancelletti di partenza insieme a Brignone, Elena Curtoni, Laura Pirovano e Roberta Melesi.

Per Marta sarà l’occasione di aggiudicarsi la coppa di specialità, dove comanda con 460 punti davanti a Tessa Worley con 336 e Michelle Gisin con 312 quando mancano due giganti al termine delle stagione.

Ecco le dichiarazioni rilasciare dall’atleta borgarina: “Mi sono presentata in Slovacchia con l’idea di partecipare a due gare, ma a questo punto preferisco concentrarmi solamente sulla gara di domenica che potrebbe essere decisiva – ha dichiarato Marta, che in questa stessa località conquistò nel 2014 il titolo mondiale juniores proprio in gigante -. Siamo alle battute conclusive della stagione, le forze cominciano a mancare, ho preparato questo appuntamento con le mie compagne a Passo San Pellegrino dopo la scorsa tappa di Coppa del mondo, ho fatto qualche giro di allenamento in questi due giorni, la neve era preparata bene, il fondo è prefetto, il pendio di gara è un po’ pendente rispetto a quella di allenamento, cercherò di dare il massimo e rimanere concentrata su di me, per tirare fuori il meglio di me. Sto sciando ancora bene, questo un tracciato con una media pendenza, dove bisogna prendere subito velocità per fare la differenza e tenerla fino alla fine. Non ho l’ansia di volere chiudere il discorso in ottica classifica di specialità, dipende tutto da me e questo è un bel vantaggio nei confronti della concorrenza, mi aiuta a rimanere tranquilla e pensare esclusivamente alla mia prestazione”.