Quantcast

In coda per ricevere i vaccini avanzati, ma in Piemonte è inutile

Il commissario straordinario per l'emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, ha dichiarato: "Per evitare sprechi, vaccinare chiunque passa". Nella nostra regione, però, non ci sono liste di riserva

Il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, a “Che tempo che fa” è stato chiaro: “Voglio approfondire la questione delle dosi di vaccino buttate. Bisogna utilizzare il buonsenso: se ci sono le classi prioritarie che possono utilizzarlo, bene, altrimenti si va su classi vicine o, sennò, chiunque passa va vaccinato.

Ecco perché, in questi giorni, alcuni piemontesi si sono messi pazientemente in coda all’esterno dei centri vaccinali, nella speranza di poter incappare in qualche dose non somministrata e farsela inoculare.

In particolare, è successo a Torino e ad Asti, ma con scarsa fortuna: nessuno ce l’ha fatta, poiché in Piemonte non esistono liste di riserva.

La stessa Regione ha annunciato di avere adottato un sistema unico per scongiurare lo spreco di dosi (fasce d’età e categorie prioritarie); di fatto, se il numero delle adesioni diminuisce durante la giornata, si contattano coloro che erano in elenco per le giornate seguenti, così da non perdere il ritmo.