Quantcast

Il pilota buschese Roberto Osenda torna a vincere dopo 10 anni

Il richiamo della pista era troppo forte per lui

Busca. Ieri, 21 marzo, presso il crossodromo torinese di Trofarello, si è disputata la prima prova del campionato regionale Motocross FMI.

Dopo più di dieci anni, quando all’età di cinquanta anni aveva chiuso con le gare conquistando il suo ultimo titolo di campione regionale, Roberto Osenda ha deciso di tornare a riassaporare l’adrenalina dietro al cancelletto di partenza, risalendo in sella alla sua Yamaha 250. La sua categoria, la Master MX2 corre insieme alla Mx1 ed alla Super Veteran, sempre delle categorie Mx1 e MX2. Nella manche di qualifica il portacolori del Moto Club Cinghial’s Fossano si è aggiudicato il quarto posto dietro al cancelletto di partenza, senza forzare troppo, in quanto la pista era molto scivolosa. Partito in sesta posizione nella prima manche mattutina, dietro alle 450, malgrado fosse alla guida della piccola 250, riesce a portarsi, passando uno dopo l’altro, alle spalle dei primi due, Petracca e Gianola, producendosi in un forcing che negli ultimi tre giri lo porta a passare in staccata, dopo il salto dell’arrivo, prima Gianola e poi Petracca, superato nello stesso punto, conquistando la prima posizione. Nella seconda manche, con una partenza che lo porta a metà gruppo, nelle prime due curve recupera posizioni portandosi al settimo posto, ma a metà del primo giro uno sfortunato scontro con un altro pilota lo relega alla ventesima posizione. Osenda però non si arrende e parte verso una rimonta quasi impossibile, risalendo veementemente sino alla terza posizione, che gli vale la vittoria di categoria.

La giornata è terminata con la premiazione, che ha visto Osenda salire sul primo gradino del podio nella categoria Master MX2, lasciandosi alle spalle Giovanni Tagliabò e Giancarlo Marengo, confermando che la classe non è acqua!

Ecco quanto riferito brevemente da Roberto Osenda: “Nella prima manche, a quindici secondi dal via, ancora con la marcia in folle, mi sono guardato a destra ed a sinistra e mi sono detto Ok si riparte sono tornato!!!”.