Quantcast

Il Buongiorno di Cuneo24

Nel 1967 la vittoria di Giustina Demets nella discesa libera di sci al Sestriere segna la prima vittoria di un italiano nella Coppa del Mondo. La ventitreenne si è imposta con il tempo di 2'01''75

Cuneo. Il sole è sorto alle 6:59 e tramonta alle 18:24. Durata del giorno undici ore e venticinque minuti.

Santi del giorno
Beato Innocenzo da Berzo, sacerdote.
Santa Cunegonda, imperatrice.
San Marino di Cesarea, martire.

Avvenimenti
1517 – Avvistamento della prima città Maya di Tulum, da parte dei Conquistadores, sulle coste dell’attuale Yucatan
1924 – La Grande Assemblea Nazionale della costituita Repubblica di Turchia dichiara decaduto l’istituto califfale ed esilia l’ultimo califfo, Abdul Megid II
1933 – Viene inaugurato il Memoriale Nazionale del Monte Rushmore.
1939 – A Bombay, Mohandas Gandhi incomincia a digiunare per protesta contro il governo autocratico dell’India.

Nati in questo giorno
Zbigniew Boniek – È un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore. Zbigniew Kazimierz Boniek (è il suo nome completo), detto Zibì, in Italia è stato un centrocampista, dal 1982 al 1988, di Juventus e Roma. Con i bianconeri ha vinto uno scudetto (1983/84), una Coppa Italia, una Coppa dei Campioni (1984/85), una Coppa delle Coppe e una Supercoppa Uefa. In Nazionale ha totalizzato 80 presenze, segnando 24 reti, e ha contribuito al terzo posto della Polonia nei Mondiali del 1982. Unico calciatore polacco inserito da Pelé nella FIFA 100, è stato allenatore, con non molte fortune, di Lecce, Bari, Avellino e Nazionale polacca. Il 26 ottobre 2012 è diventato presidente della Federcalcio polacca. Negli ultimi dieci anni è stato spesso commentatore televisivo sulle reti RAI. Compie 65 anni.
Zico – È un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore, bravissimo nei calci da fermo. Arthur Antunes Coimbra, questo il suo vero nome, in Italia ha giocato nell’attacco dell’Udinese, dal 1983 al 1985, 39 partite, segnando 22 reti. Negli anni Settanta e poi fino al 1989, ha indossato la maglia della squadra brasiliana del Flamengo (254 presenze e 136 gol), meritando il riconoscimento di calciatore sudamericano dell’anno per tre volte (1977, 1981, 1982). Nella Nazionale verde oro ha totalizzato 72 presenze e 52 reti, ed ha partecipato a tre Mondiali (1978, 1982, 1986), vincendo il bronzo in quelli di Argentina ’78. Nel 2004 è stato ovviamente inserito nella lista FIFA 100 ed è presente nelle prime posizioni di altre graduatorie dei migliori calciatori. In carriera ha giocato 750 partite ufficiali segnando 516 gol. Da allenatore, a partire dal 1999, ha guidato i giapponesi del Kashima Antlers (dove nel 1994 ha terminato la carriera da calciatore), la Nazionale del Sol Levante, i turchi del Fenerbahçe, i greci dell’Olympiakos, la Nazionale irachena. Dall’agosto 2013 al gennaio 2014 ha allenato una squadra del Qatar. Dal successivo mese di settembre, e fino al gennaio 2017, è diventato il tecnico della squadra indiana del Football Club Goa. Festeggia 68 anni.

Eventi sportivi
1967 – La vittoria di Giustina Demets nella discesa libera di sci al Sestriere segna la prima vittoria di un italiano nella Coppa del Mondo. La ventitreenne si è imposta con il tempo di 2’01”75.

Proverbio / Citazione
Marzo molle, grano per le zolle.
“Se avessimo vinto noi il calcio sarebbe stato differente, invece vinse l’Italia e si sono gettate le basi per un calcio nel quale conta solo il risultato e bisogna raggiungerlo ad ogni costo. Si è andati verso un calcio difensivo, dove si pensa alla distruzione del gioco e al fallo sistematico”. (Riferendosi a Italia-Brasile 1982) Zico