Quantcast

I dipendenti ricordano Franco Operti dell’omonimo macello centallese

Operti è deceduto all'ospedale Santa Croce di Cuneo lo scorso 22 marzo dove era ricoverato dopo aver contratto il Covid-19

Centallo. Francesco, Franco, Operti, è deceduto all’ospedale Santa Croce di Cuneo lo scorso 22 marzo dove era ricoverato dopo aver contratto il Covid-19.

Era molto conosciuto per via della sua attività, era infatti il fondatore dell’omonimo macello di bovini a Centallo.

I suoi dipendenti mercoledì 24 marzo, nel cortile dell’azienda noi dipendenti, lavoratori ed amici hanno voluto ricordarlo nella preghiera e dedicargli un saluto speciale.

Ciao Franco,
tutti quanti noi oggi ti vogliamo ricordare proprio qui al macello, nella tua seconda casa, nell’azienda che tu hai creato e con la tua famiglia hai fatto crescere anno dopo anno.

Di te ci mancherà tutto:

ci mancherà il tuo sorriso, nessuno di noi mai ti ha visto arrabbiato o triste, tu sei sempre stato allegro e cordiale con tutti.

Ci mancherà il vederti entrare sorridente e dire una parola gentile a tutti noi. Ogni mattina la giornata cominciava con te che ci salutavi con un “buongiorno” e una passa sulla spalla. Quando entravi nell’ufficio spedizione scherzosamente ci chiedevi chi volesse prendere uno scappellotto per primo e noi ti mandavamo sempre da Valerio visto che era l’unico maschio in ufficio.

Ci mancherà quando ci dicevi: “5 minuti e sono lì… ma siccome il fuso orario in Regione Madonna dei Prati 323 è diverso da tutto il resto del paese, arrivavi, diciamo con un pò di ritardo… magari portandoci un ghiacciolo, come facevi nelle giornate calde, oppure invitandoci al bar a prendere un caffè.

Ci mancherà il sistemarti il telefono che ogni tanto aveva qualcosa che non funzionava con il bluetooth della macchina.

Ci mancheranno le tue battute, i tuoi pizzicotti e i tuoi abbracci.

Ci mancherà il tuo affetto.

Guardiamo ancora fuori dalla finestra per cercare la tua macchina parcheggiata come sempre fuori dalle strisce.. Ora sarà tutto un pò diverso, mancherà un pezzo… ma ogni cosa qui parlerà di te!

Tu hai valorizzato ognuno di noi, ci hai sempre fatto sentire parte viva e importante dell’azienda, qualsiasi ruolo avessimo.

I tuoi insegnamenti ci hanno aiutato a crescere nel lavoro e nella vita… sei stato un ottimo maestro e per questo ti saremo sempre grati.

Tu caro Franco, non volevi che ti chiamassimo “capo” e quando a volte seriamente o per scherzo ti dicevamo “sì capo”, tu ci dicevi con convinzione “no no io sono Franco!!!”

Tutti ti abbiamo voluto bene, fin dal primo momento che ti abbiamo incontrato.

Franco ci mancherai veramente e per questo ti porteremo sempre nel nostro cuore.

Grazie per tutto.”