Quantcast

Francesco Paolo Figliuolo: dagli “esordi” a Saluzzo e Fossano a sostituto di Arcuri

Il generale dell'Esercito è stato scelto da Mario Draghi per rivestire il ruolo di Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato nelle scorse ore il generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, ruolo fin qui rivestito da Domenico Arcuri.

Proprio quest’ultimo ha annunciato la fine del suo incarico con una dichiarazione breve, ma sentita: “Oggi si è conclusa la mia esperienza da Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. È stato un anno straordinario e sono riconoscente a chi mi ha dato la possibilità di occuparmi della più grande emergenza che la storia recente ricordi. Sono onorato di aver potuto servire il mio Paese in una stagione così drammatica. Auguro al generale Francesco Paolo Figliuolo buon lavoro, certo che saprà affrontare con competenza il compito cui è stato chiamato”.

Il generale Francesco Paolo Figliuolo è profondamente legato alla provincia di Cuneo, dal momento che ha svolto le sue primissime esperienze di comando presso il Gruppo Artiglieria “Aosta” a Saluzzo, per divenirne comandante nella sede di Fossano, negli anni 1999-2000, periodo in cui ha condotto l’unità in missione in Kosovo, nell’enclave serba di Goradzevac (Pèc).

Comandante del Primo Reggimento di artiglieria da montagna di Fossano negli anni 2004-2005, dal settembre 2009 all’ottobre 2010 è stato vicecomandante della Brigata “Taurinense” per assumerne, senza soluzione di continuità, il comando sino all’ottobre 2011.

Dopo una brillante carriera, dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell’Esercito. Nato e cresciuto a Potenza, il generale Figliuolo vive a Torino con la moglie Enza e ha due figli, Salvatore e Federico. Appassionato di lettura e sport, pratica nuoto e sci, di cui è istruttore militare.