Quantcast

Valle Gesso, raccolti oltre 21.000 euro per la ricostruzione dei sentieri distrutti

Nei mesi scorsi la neve caduta abbondante ha lenito il dolore del territorio martoriato dall’evento calamitoso ma con la fusione del manto nevoso qua e là si riaprono le ferite

La campagna di solidarietà #forzavallegesso ha totalizzato oltre 21 mila euro per la ricostruzione dei sentieri distrutti dalla tempesta Alex. L’appello dell’associazione Ecoturismo in Marittime a versare un piccolo contributo a chi cammina sugli itinerari del Parco è stato accolto con entusiasmo.

A donare sono stati tanti escursionisti italiani e anche stranieri che nelle Marittime hanno lasciato il cuore e, infine, alcune associazioni (sezioni Cai, Ana, Fiab). Gli imprenditori di Ecoturismo ringraziano tutti coloro che anche solo con un euro hanno partecipato all’iniziativa perché sulle attività outdoor estive si fonda l’intero comparto turistico della valle Gesso già stremato anche dalle conseguenze dell’epidemia.

Nei mesi scorsi la neve caduta abbondante ha lenito il dolore del territorio martoriato dall’evento calamitoso ma con la fusione del manto nevoso qua e là si riaprono le ferite. Si sta dunque avvicinando il tempo per la ricostruzione della rete escursionistica. Interventi che devono cominciare con urgenza. Per questo Ecoturismo in Marittime, lunedì 15 marzo, chiuderà la campagna di raccolta fondi per devolvere l’intero ricavato, entro la fine del mese, alle Aree Protette Alpi Marittime che ha dato il suo patrocinio alla campagna.

Per chi non vuole far mancare il proprio sostegno alla ricostruzione della rete sentieristica può versare un contributo sulla piattaforma online gofundme.com o sul conto corrente dell’associazione Ecoturismo in Marittime: IBAN IT91H0311146010000000026915, Causale forzavallegesso.