Quantcast

“Festa del Papà, non del genitore 1 o 2”: ieri a Cuneo il flash mob di Fratelli d’Italia foto

"Riteniamo che tale richiesta sia figlia di un’ideologia volta a minare il riconoscimento, valore e ruolo della famiglia naturale con danno per i minori ed i loro diritti

Cuneo. In occasione della festa del papà, nella giornata di venerdì 19 marzo alle ore 16.30 Fratelli d’Italia ha manifestato a Cuneo, di fronte alla Prefettura, con un flash mob per ribadire la contrarietà alla definizione di genitore 1 o 2 in luogo di quella di padre e madre.

“Riteniamo – si legge in una nota – che tale richiesta sia figlia di un’ideologia volta a minare il riconoscimento, valore e ruolo della famiglia naturale con danno per i minori ed i loro diritti. Fratelli d’Italia si è sempre battuta per impedire che il capriccio degli adulti comprometta il bene dei bambini i quali hanno bisogno di un padre e di una madre, perno dell’unica famiglia costituzionalmente riconosciuta. Chiediamo quindi al Governo un atto di discontinuità con quello precedente che già stava dando seguito alla sostituzione della dicitura nei documenti di identità”.

Al flashmob erano presenti, tra gli altri, il coordinatore provinciale del partito William Casoni, l’onorevole Monica Ciaburro e il capogruppo in Consiglio Regionale Paolo Bongioanni.