Quantcast

Chiara Gribaudo sullo smartworking: “Non serve a stare coi figli, altrimenti si chiamerebbe smart sitting!”!

"Chi fa un lavoro a distanza dovrebbe contemporaneamente lavorare e seguire i figli anche molto piccoli in Dad"

Il decreto del governo consente di chiedere i congedi al 50% della retribuzione solo a quei genitori che non possono svolgere il loro lavoro in smart working. Quindi praticamente chi fa un lavoro a distanza dovrebbe contemporaneamente lavorare e seguire i figli anche molto piccoli in Dad. E per i genitori lavoratori autonomi non ci sono congedi, ma solo bonus baby sitter!” ha dichiarato la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.

Continua: “Ma la zona rossa non è il lockdown di un anno fa, la scuola è chiusa ma il 90% delle attività rimangono aperte. Le persone devono lavorare e il lavoro agile non può essere lavoro doppio!
Se i vaccini non arrivano, non possono essere le famiglie e soprattutto le donne a fare l’ennesimo sacrificio, economico e psicologico. La scuola è un luogo più sicuro di altri, più di tanti posti di lavoro.
Dobbiamo correggere questa impostazione, sia con il piano vaccinale che con i congedi, per raggiungere due obiettivi: tenere le scuole aperte, e consentire ai genitori (e sottolineo, alle donne!) di scegliere fra andare a lavoro o stare con i figli a casa. Le due cose non si possono più sommare.
In Parlamento presenterò emendamenti per cambiare questa impostazione e mi auguro che il governo raccolta la sofferenza e difficoltà di tante famiglie e soprattutto tante madri lavoratrici!”