Quantcast

Cervere, oggi 66 ultraottantenni saranno vaccinati nel salone della Pro Loco

Si tratta di un momento fondamentale, una data che ricorderemo come il trampolino che ci aiuterà ad uscire da questa situazione - ha commentato il sindaco

Cervere. Oggi, domenica 21 marzo, alle ore 15, sarà somministrato il primo vaccino di questa giornata di vaccinazioni di massa per i cerveresi ultra-80enni.

Il salone della Pro Loco Amici di Cervere è stato allestito per poter ospitare in sicurezza i vaccinandi, i quali sono stati contattati nelle ore scorse per comunicare l’orario di convocazione e consegnare la documentazione informativa.

Si tratta di un momento fondamentale, una data che ricorderemo come il trampolino che ci aiuterà ad uscire da questa situazione – ha commentato il sindaco – Un anno fa il pulmino di “STE A CA” faceva le sue prime consegne porta-a-porta, quest’anno invece i volontari sono all’opera per la realizzazione di una campagna vaccinale che speriamo tutti quanto più massiva, rapida ed efficace possibile.

Tra le ore 15 e le ore 18 saranno somministrati 66 vaccini Pfizer, a completamento di quelli già realizzati con altre modalità nelle scorse settimane. La seconda dose sarà somministrata il prossimo 11 aprile. Entro metà aprile la totalità degli ultra-80enni cerveresi che potevano/volevano ricevere il vaccino avrà completato il percorso.

Compatibilmente con l’arrivo di ulteriori vaccini nelle prossime settimane, si valuterà di volta in volta con le autorità sanitarie se sarà possibile garantire medesimo servizio per altre fasce di età o comunque sarà organizzato tutto quanto possibile per far procedere quanto più rapidamente possibile con la campagna vaccinale, a partire dalla fascia 70-79 anni già prenotata.

Un ringraziamento doveroso va espresso fin da subito nei confronti dell’ASL CN1 per la collaborazione, al dott. Piscitelli per il continuo impegno, alla Pro Loco Amici di Cervere per l’immancabile disponibilità, all’associazione Solidali per Cervere per l’essenziale assistenza ed ai volontari della Protezione Civile che daranno un fondamentale contributo alla messa in sicurezza di tutte le procedure. Si ringraziano inoltre singolarmente tutti i volontari che, grazie alla loro immediata disponibilità, hanno consentito di realizzare tutto ciò in tempi tanto rapidi” ha concluso il primo cittadino.