Quantcast

“Buon viaggio Don Adriano!”

Le parole di uno dei suoi amati fedeli di Occa, Davide Miretti, che riassume cosa è stato il sacerdote per la comunità della Valle Po

Più informazioni su

Caro Don Adriano,
sono passati più di 28 anni da quel piovoso 4 ottobre 1992, quando è toccato a me darti il benvenuto a nome di noi parrocchiani, dicendoti che nel nostro cuore avevamo sentimenti di ansia e apprensione, tipici di ogni cambiamento. Eravamo però anche pieni di entusiasmo per il nuovo cammino e ti dissi che volevamo farti sentire a casa ed essere la tua casa. Nel tuo discorso, tu hai risposto che ci avresti amati con tutto te stesso, ma non sapevi se ce l’avresti fatta con tutta la forza tipica della gioventù o con tutta la debolezza, tipica della vecchiaia. Mi ricordo bene la tua commozione nel salutare i tuoi genitori che ti accompagnavano, ma soprattutto la dolcezza con cui ti sei rivolto a tua mamma, che qui hai sempre avuto accanto in Maria, patrona della nostra parrocchia.
Eravamo un po’ diffidenti: tu eri un professore ed eri diverso dalla figura di sacerdote a cui eravamo abituati. Ma ora, dopo quasi 30 anni, non possiamo far altro che ringraziarti per aver fatto un pezzo di strada con noi.
Ti dobbiamo ringraziare per essere stato un costante punto di riferimento, per essere diventato tu la nostra casa. Grazie per esserti innamorato di Occa ed averle voluto bene, anche più di noi che qui ci siamo nati.
Grazie per l’allegria che ci hai dato, per i tanti bei momenti conviviali passati insieme, per la collaborazione, l’appoggio e l’incitamento ad ogni iniziativa che ti abbiamo proposto.
Come non ricordare la tua soddisfazione per aver celebrato contemporaneamente i 25 anni di vita parrocchiale ed i 55 anni di sacerdozio con i tuoi amici Don Giovanni Barbero e Don Cornelio Barra.
E poi il centenario di costituzione della parrocchia che fortemente hai voluto e portato a termine, nonostante gli evidenti problemi di salute.
Sicuramente dimentico un sacco di cose, altrettanto certamente non sempre è stato tutto rose e fiori, ma il bilancio del nostro cammino insieme è ampiamente positivo.
Il tuo amore per Occa l’hai dimostrato restando qui nonostante l’età e la salute traballante ti permettessero di fare altre scelte.
Purtroppo però è arrivato il momento di salutarci: buon viaggio Don Adriano!”

Più informazioni su