Quantcast

Un ministero per la montagna? L’Assemblada Occitana Valades ci sta.

L'uncem ha proposto un ministero per il rilancio del territorio.

Gentile direttore,

“Noi de l’Assemblada Occitana Valades ringraziamo e appoggiamo l’Uncem per la richiesta di un ministero della montagna al nascente governo Draghi.  La richiesta dal nostro punto di vista è legittima: un ministero della montagna garantirebbe la giusta visibilità ai problemi delle nostre vallate e in genere a tutti i territori montani.

Reputiamo indispensabile aggiungere la nomina di un sottosegretario alla tutela delle minoranze linguistiche e all’attuazione della legge 482 del 1999, indispensabile per salvare la montagna dallo spopolamento e le minoranze linguistiche (come la lingua Occitana) dalla sparizione. Altro indispensabile aspetto è quello di una reale e concreta revisione del sistema sanitario nei borghi montani che, da decenni, subiscono le scellerate scelte di chi ha trasformato il “diritto alla salute”, garantito all’art 32 della Costituzione per l’individuo e la collettività, in un mero business che, nei fatti, ha notevolmente depauperato ed impoverito il diritto stesso a scapito di chi non vive nelle città. Auspichiamo che il ministro della montagna e il sottosegretario alla tutela della minoranza linguistiche siano personalità di “alto profilo”, citando il Presidente della Repubblica, e che siano figure tecniche di provata competenza sui temi e superpartes…come è diritto avere.

Le montagne e le minoranze linguistiche non hanno bisogno di politici in cerca di visibilità ma di persone realmente competenti nelle problematiche dei borghi montani a 360 gradi.

Noi de l’Assemblada Occitana Valades al fianco della nostra gente, gli Occitani, sempre.”

 

Lettera firmata