Quantcast

ULTIM’ORA – Tutta l’Italia in zona arancione? L’ipotesi delle Regioni al Governo

Gianni Rezza, portavoce del Ministero della Salute: "La variante inglese è molto diffusa e ha una maggiore trasmissibilità rispetto ai ceppi circolanti superiore al 45%"

L’Italia intera potrebbe passare in zona arancione: questa è l’ipotesi attorno alla quale si stanno sviluppando le elucubrazioni dei governatori regionali del Belpaese, che potrebbero decidere di sottoporle nelle prossime ore al Governo Draghi.

“Quando si richiama il lockdown viene in mente qualcosa che non è percorribile, il lockdown che ci fu lo scorso anno teneva chiuso tutto nel Paese – afferma Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni –. Io mi interrogo solo se questo tema delle fasce colorate, alla luce delle varianti che stanno cominciando a circolare e a far peggiorare, quasi in tutto il territorio nazionale, i parametri, non abbia qualche pecca”.

L’adozione della zona arancione integrale aiuterebbe a contrastare i focolai di varianti Covid: “Ci aspettiamo un aumento dei casi Covid dovuto alla variante inglese – ha dichiarato Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute –. La variante inglese è molto diffusa, soprattutto sulla costa adriatica, e ha una maggiore trasmissibilità rispetto ai ceppi circolanti superiore al 45%”.