Quantcast

Oggi è la giornata del braille, Borgna: “garantire sempre a tutti diritto lettura e scrittura”

Il sindaco e presidente della Provincia di Cuneo è la prima persona non vedente ad essere stata eletta sindaco di un comune capoluogo di provincia in Italia

Cuneo. La Giornata nazionale del braille è una ricorrenza istituita con la legge n.126 del 3 agosto 2007. La giornata si celebra il 21 febbraio, quale momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti, in coincidenza con la Giornata mondiale della difesa dell’identità linguistica promossa dall’UNESCO (l’organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura). Infatti, questo sistema consente ai ciechi di accedere al patrimonio culturale scritto dell’umanità

In occasione di questa giornata l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Consiglio Regionale del Piemonte ha organizzato un seminario formativo per docenti di sostegno ed educatori: “Il Braille, un alfabeto insostituibile e sempre più attuale”.

Il seminario, svoltosi on line ieri, sabato 20 febbraio, ha raggiunto il numero massimo di iscrizioni ed era rivolto ai docenti di sostegno e curricolari, agli educatori, agli operatori del settore tiflodidattico e tiflopedagogico, alle famiglie e a chiunque sia interessato a scoprire o riscoprire il valore di un’invenzione che, da quasi 200 anni, ha cambiato la vita ai disabili visivi, aprendo le porte del sapere, dell’emancipazione, dell’autonomia.

Federico Borgna, sindaco e presidente della Provincia di Cuneo è il primo cittadino non vedente nella storia italiana a essere eletto alla carica di sindaco di un comune capoluogo di provincia.

“Da oltre due secoli l’alfabeto braille è il ponte di accesso alla conoscenza ed alla cultura per tante persone con disabilità visiva. Oggi per fortuna la tecnologia ha dimostrato di poter ulteriormente migliorare questo accesso. L’importanza essenziale di questa giornata è rendere evidente che il diritto alla scrittura e alla lettura va garantito in ogni situazione a tutti, incluso quel 3% di popolazione mondiale che ha difficoltà visive gravi o gravissime” questo il pensiero raccolto da Cuneo24 dal primo cittadino di Cuneo sulla giornata del Braille.