Quantcast

Mondovì, il sindaco: “La risonanza magnetica in ospedale era fra gli obiettivi del mio mandato”

Paolo Adriano: "Ringrazio l'Asl Cn1 e la Fondazione CRC per aver risposto positivamente, ma, soprattutto, per aver dotato il nostro nosocomio di una risorsa fondamentale, che lo qualifica come struttura ancora più efficiente"

Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 23 febbraio 2021, l’ospedale “Regina Montis Regalis” di Mondovì ha ospitato la cerimonia inaugurale della nuova risonanza magnetica nucleare.

Il sindaco della città, Paolo Adriano, ha commentato così il traguardo raggiunto: “Dotare l’ospedale di una risonanza magnetica era uno degli obiettivi del mio mandato e del programma del Patto Civico che mi sostiene, in cui si ribadiva la necessità di questo strumento particolarmente importante per il reparto di Ortopedia. Anche per questo, l’inaugurazione di ieri è stata oltremodo significativa”.

Come ricordato dal direttore generale dell’Asl Cn1, Salvatore Brugaletta, il tema della nuova risonanza magnetica nell’ospedale di Mondovì “è stato affrontato sin dal nostro primo incontro. Da subito ho trovato un interlocutore sensibile alla nostra istanza e aperto a lavorare insieme per un progetto molto sentito da Mondovì e dal Monregalese. Ringrazio, quindi, l’Asl Cn1 e la Fondazione CRC per aver risposto positivamente, ma, soprattutto, per aver dotato il nostro ospedale di una risorsa fondamentale, che lo qualifica come struttura ancora più efficiente. Si tratta, infatti, di una macchina tecnologicamente all’avanguardia, più confortevole di altre, ma soprattutto che consente, finalmente, ai degenti monregalesi di fruire della risonanza in ospedale, senza impegnativi trasferimenti in altre strutture”.