Quantcast

L’automotrice D11 donata al Museo ferroviario di Savigliano

"E' di particolare interesse poiché ha conservato le caratteristiche originali di fabbrica tra le quali i finestrini avvolgenti della cabina di guida e del posto del capotreno e tutti gli arredi interni"

Nelle giornate del 19 e 20 febbraio è stata trasferita da Ciriè a Savigliano l’ALn 668 codifica GTT n. D11 che è così entrata far parte della collezione di rotabili storici del Museo Ferroviario Piemontese.

Un ritorno a casa siccome la D11, derivata dalle ALn 668 serie 1200 FS con alcune modifiche, venne costruita per la SATTI proprio dalla Fiat Ferroviaria Savigliano tra il 1979 e il 1980.

Questa automotrice ha prestato servizio, insieme all’unita gemella D12, sulla ferrovia Canavesana fino alla fine dell’agosto 2005 per essere poi trasferita sulla Torino-Ceres dove è rimasta in servizio fino al marzo 2006; dopo essere stata portata a Ciriè come riserva e utilizzata per i collaudi dinamici della Germagnano-Ceres, è stata accantonata definitivamente nel marzo 2011.

“L’automotrice D11 è di particolare interesse poiché ha conservato le caratteristiche originali di fabbrica tra le quali i finestrini avvolgenti della cabina di guida e del posto del capotreno e tutti gli arredi interni” dicono dal Museo ringraziando GTT per la collaborazione e per i lavori di condizionamento effettuati dal suo personale.