Quantcast

La “Bottero” chiude a Trana e trasferisce 59 dipendenti a Cuneo

È quanto si legge in una nota diramata in queste ore direttamente dalla Fim Cisl, che ha convocato per oggi un'assemblea sindacale per informare i lavoratori e decidere insieme le azioni da mettere in campo

L’ufficialità è pervenuta nelle scorse ore: la “Bottero”, azienda che opera nella progettazione e realizzazione di macchinari per la lavorazione del vetro piano e cavo, ha annunciato ai sindacati l’imminente chiusura dello stabilimento di Trana (Torino) e il trasferimento dal 1° marzo di 59 lavoratori presso lo stabilimento di Cuneo.

È quanto si legge in una nota diramata in queste ore direttamente dalla Fim Cisl, che ha convocato per oggi un’assemblea sindacale per informare i lavoratori e decidere insieme le azioni da mettere in campo.

“Una doccia freddissima per tutti, che arriva a distanza di un solo mese dalla comunicazione del Ceo del Gruppo Bottero rassicurava dipendenti e sindacato sulla continuità del sito produttivo di Trana, ha spiegato Nicolò Infantino, operatore Fim della zona.