Quantcast

Il Covid non ferma la giornata del tesseramento degli Alpini di Venasca

Cerimonia in forma ristretta rispetto al passato: Santa Messa e onori ai Caduti. Il sindaco Dovetta: “L’Ana una realtà sempre in prima linea, per l’attenzione che dimostrano nei confronti del nostro paese”

Con una cerimonia in forma certamente contenuta rispetto al passato, ma non per questo meno sentita, il gruppo Alpini di Venasca, domenica, si è ritrovato per la tradizionale giornata del tesseramento.

Le Penne Nere, guidate dal capogruppo Franco Allasina, hanno preso parte alla funzione religiosa, per poi tributare gli onori ai Caduti di fronte alla lapide sotto l’ala coperta del paese. L’emergenza Covid non ha permesso infatti l’organizzazione del tradizionale pranzo.

A rappresentare il Comune c’era il sindaco Silvano Dovetta.

Anche quest’anno il nostro paese ha vissuto un momento importante – racconta – ricordando ancora una volta i nostri Caduti e quanti sono “andati avanti”.

Da parte mia e di tutto il paese, voglio porgere i ringraziamenti al capogruppo Allasina, a tutto il direttivo, all’instancabile Eugenio Favole, per l’attenzione che dimostrano, durante tutto l’arco dell’anno, nei confronti del nostro paese. Gli Alpini sono una realtà sempre in prima linea, e l’augurio che faccio loro, estendendolo poi a tutto il paese, è quello di ritrovarci il prossimo anno, in modo diverso, per tornare a vivere tutti gli eventi e le manifestazioni che gli Alpini sanno organizzare al meglio”.