Quantcast

Dal primo marzo percorso a senso unico per i mezzi pesanti sulle “strade dei vini” in Langa

Ordinanza della Provincia interessa le strade collinari che collegano i centri vinicoli di Barolo, Monforte e Novello alla Fondovalle Tanaro.

Da lunedì 1° marzo entra in vigore l’ordinanza con cui la Provincia istituisce il senso unico lungo un percorso ad anello per evitare pericolosi incroci di mezzi pesanti tra i tornanti delle strade collinari provinciali 57 e 58, rendendo più sicure le tratte collinari che collegano i centri vinicoli di Barolo, Monforte e Novello alla Fondovalle Tanaro.

Il provvedimento interessa le seguenti strade provinciali: strada provinciale (sp) 3 tronco 10a: Barolo (inizio variante) – Gallo (bivio sp 236 di Santa Maria) con inizio circa dal km 13+510 al km 13+060; sp 163 tronco 1: Barolo (abitato) – bivio sp 57 (detta “di Panirole”) dal km 0+000 al km 3+800; sp 57 tronco 1: Monchiero (bivio sp 661) – Monforte d’Alba (bivio sp 9) dal km 3+650 al km 0+000 con direzione obbligata da Barolo verso rotatoria bivio Panirole e poi verso Monchiero; sp 58 tronco 4 bivio sp 3 (località Castello della Volta) – Novello – Monchiero (bivio sp 661) dal km 6+146 al km 0+000; sp 3 tronco 9: bivio Gabetti – Barolo (inizio variante) dal km 14+760 al km 13+510 con direzione obbligatoria da fondovalle Tanaro verso Novello e poi verso bivio Castello della Volta e Barolo.

Alla decisione si è giunti dopo un lungo confronto tra la Provincia e i sindaci riuniti nell’Unione dei Comuni “Colline di Langa e del Barolo”, in seguito alla necessità di mettere in sicurezza le “strade del vino” che negli anni sono diventate sempre meno adatte a supportare il passaggio di autoarticolati e mezzi pesanti cresciuto con le attività commerciali e produttive del posto. Inoltre, c’era da tenere presente il problema di una viabilità locale che è frequentata, in periodi normali, anche da un sempre maggiore traffico turistico legato ai paesaggi vitivinicoli dell’area Unesco. La soluzione è stata individuata con la definizione di un percorso a senso unico per il solo traffico pesante, così da consentire comunque il passaggio dei mezzi evitando però possibili incroci pericolosi. Vi hanno lavorato insieme il comandante della polizia municipale dell’Unione Flavio Iannitello, il dirigente del Settore Viabilità della Provincia Riccardo Enrici e il geometra Marco Eandi, responsabile della viabilità provinciale nel Reparto di Alba.

In pratica, dal 1° marzo 2021 i camion in arrivo dalla Fondovalle Tanaro non potranno più scollinare verso Alba e Barolo risalendo la sp 57, la strada che parte dall’abitato di Monchiero e, attraversando località Manzoni, arriva sino ai piedi di Monforte, all’altezza della cantina Clerico. Su questa tratta i camion continueranno a passare, ma solamente quelli in arrivo nella direzione contraria, provenienti dal centro di Barolo e diretti a Monchiero. Per salire dalla Fondovalle in direzione Alba dovranno invece passare dai tornanti della parallela sp 58, imboccandola poco più a monte, dopo località Fornaci, costeggiando Novello e quindi scendendo a Barolo. Da questa parte verrà ovviamente vietato il senso contrario, da Barolo a salire verso Novello e Monchiero.

“Siamo pronti a partire – dice il consigliere provinciale delegato alla Viabilità per il comparto albese Massimo Antoniotti – e anche la cartellonistica è già stata installata. Sono convinto che questo nuovo assetto viario, concordato con gli amministratori locali, darà una risposta alle problematiche evidenziate dal territorio. Nel progetto abbiamo anche fatto riferimento ai capitoli infrastrutture, viabilità e sicurezza sul territorio per ottenere risorse nell’ambito del Recovery Plan, argomenti su cui serve la massima strategia territoriale e il coinvolgimento di più enti e realtà possibili”.

La nuova regolazione del traffico sarà valida sia di giorno, sia di notte. Le uniche eccezioni riguardano i mezzi di emergenza (ambulanze, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, ecc..), quelli utilizzati degli enti proprietari delle strade per motivi di servizio, i mezzi delle ditte con sede dell’autorimessa nel tratto di strada in cui vige il divieto, i mezzi per carico/scarico merci con documentazione di accompagnamento, i mezzi con destinazione in via San Pietro e la frazione Vergne del Comune di Barolo e Comune di Narzole, provenienti dalla sp3 tronco 21, sempre per operazioni di carico/scarico merci, i mezzi con destinazione Monforte, provenienti dalla sp 57 tronco 1, sempre per carico/scarico merci e infine i mezzi autorizzati su richiesta motivata da esigenze locali.