Quantcast

Ceva, apre domani lo sportello avanzato della Questura di Cuneo

Il consigliere provinciale Pietro Danna esulta: "Ringrazio il presidente Borgna e i miei colleghi consiglieri provinciali per aver convintamente sostenuto la proposta da me presentata. Il lavoro di squadra premia sempre"

Da domani, lunedì 15 febbraio 2021, il distaccamento Polstrada di Ceva diventa sportello avanzato della polizia amministrativa, alle dipendenze della Questura di Cuneo.

Una notizia che Cuneo24.it aveva già anticipato in settimana e ripresa anche dalla Provincia di Cuneo in queste ore: “Si tratta di una riconversione di attività dello sportello di Ceva, come annunciato anche durante la visita nella Granda del capo della polizia Franco Gabrielli nel giugno scorso – si legge nella nota ufficiale –. In questa prima fase sperimentale lo sportello sarà aperto il martedì e giovedì (orario provvisorio dalle 9 alle 12) per le pratiche del porto d’armi e passaporti, ma l’obiettivo è arrivare in tempi rapidi a svolgere tutte le pratiche relative alle varie licenze rilasciate dalla Questura, comprese quelle dell’ufficio immigrazione, come avvenuto per lo sportello di Alba. L’importante risultato è il frutto di una mobilitazione del territorio e di una proficua sinergia tra istituzioni ed enti locali che ha coinvolto anche la Provincia”.

Il consigliere provinciale Pietro Danna ha commentato così l’annuncio: “La notizia dell’imminente apertura dell’ufficio avanzato della Questura nella sede dell’ex Polstrada a Ceva è sicuramente un fatto positivo, segno che questa volta tutto il territorio unito ha lavorato all’unisono ed è riuscito a portare a casa un buon risultato. In Consiglio provinciale avevamo approvato, circa un anno fa, un ordine del giorno che esprimeva la necessità di mantenere operativo questo importante presidio di Polizia sul territorio, se non come ufficio di Polstrada almeno come distaccamento della Questura di Cuneo”.

Danna ha aggiunto: Sono personalmente contento del risultato ottenuto e ringrazio il presidente Borgna e i miei colleghi consiglieri provinciali per aver convintamente sostenuto la proposta da me presentata. Il lavoro di squadra premia sempre”.