Quantcast

Cavallermaggiore zona rossa? Il primo cittadino chiarisce

"Dobbiamo avere ancora pazienza e lottare tutti insieme"

Cavallermaggiore. E’ tornato ad utilizzare i social Davide Sannazzaro, primo cittadino di Cavallermaggiore. Un canale che non utilizzava da un qualche tempo perché il comune che guida è stato colpito da una seconda ondata moderata.

La situazione negli ultimi giorni è cambiata da 6/7 casi si è passati ai 55 di oggi, martedì 23 febbraio.

Il sindaco invita tutti ad esser responsabili nei confronti di un nemico con cui si convive da un anno, conoscendo i comportamenti da metter in atto per prevenirlo.

Dice Sannazzaro: “Ho sempre pensato che Cavallermaggiore si fosse comportato bene, mi devo ricredere perché in questi giorni persone positive che devono rispettare i protocolli e non uscire sono invece state sanzionate dalle forze dell’ordine perché non si trovavano al proprio domicilio. Invito i genitori dei bimbi delle classi in quarantena a rispettare le regole per consentire il loro rientro nel modo corretto.

Infine tiene a puntualizzare due dicerie che si rincorrono in paese. La prima riguarda la voce che circola che i casi positivi sarebbero della variante inglese. Contattato l’Asl riferisce che non ci sono dati che confermino o smentiscano queste notizia, si sa che sono casi di covid e come tali vanno trattati.

E’ giunta voce che Cavallermaggiore diventerà zona rossa nei prossimi giorni. Il sindaco tranquillizza i concittadini spiegando che la prassi non è così semplice, non è una decisione che spetta al sindaco metter il comune in quarantena ma una cosa costruita in modo scientifico e non banale.

Conclude con le raccomandazioni: “E’ importante dirci che dobbiamo stare attenti, ritornare ad esser responsabili e ricordarci che stiamo vivendo una pandemia. Utilizziamo i comportamenti corretti quindi mascherine e no agli assembramenti. Dobbiamo avere ancora pazienza e lottare tutti insieme.”