Quantcast

Busca, primi lavori alla nuova sede della Protezione civile

I nuovi locali saranno nell'area Capannoni, insieme con Croce Rossa e Vigili del Fuoco

La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo dei lavori di manutenzione straordinaria ad una parte del tetto del magazzino comunale della zona Capannoni, quella che ospiterà la nuova sede della Protezione civile. Saranno destinate alla nuova sede due delle sette campate del capannone dove trovano posto  anche i magazzini della Caritas e della Podistica Buschese e il Comitato frazionale di San Giacomo. La ristrutturazione riguarda duecento metri quadrati della struttura, fino ad ora usati come magazzino comunale, utilizzati anche per la distribuzione dei kit della raccolta rifiuti. “Stiamo così procedendo – dice il sindaco Marco Gallo – alla prevista ristrutturazione per dare al Gruppo di Protezione civile una sede nuova, più ampia e più adatta. Nel complesso degli ex capannoni militari avranno posto così le tre principali associazioni dell’emergenza, oltre alla Protezione civile, la Croce Rossa e i Vigili del fuoco, in una zona regolata dall’accesso con semaforo e dalla circolazione a senso unico”.

La sede del gruppo di Protezione civile è dalla sua nascita, nel 2002, in un locale  adiacente  alla palestra della scuola media, in via Einaudi,  che era stato messo a norma grazie al lavoro degli stessi volontari con materiali messi a disposizione dal Comune.

L’associazione che conta 23 volontari attivi, dispone di un camioncino furgonato, un’auto fuoristrada e due rimorchi, uno per la pompa e uno per il faro elettrogeno: “Avere a disposizione uno spazio adeguato per le nostre riunioni e per il ricovero dei mezzi – dice il coordinatore Antonio Beoletto – è per noi molto importante”.

La nuova sede è necessaria anche in vista della costruzione del nuovo polo scolastico che prevede  la demolizione dell’edificio della scuola media.

L’ufficio tecnico procede ora all’assegnamento dei lavori, che comprendono la rimozione del manto di copertura, la demolizione dell’orditura e della struttura in latero-cemento, la realizzazione di nuova piccola orditura e di un nuovo manto di copertura in tegole. Il progetto, redatto dallo studio d’ingegneria Lerda Luigi e Lerda Guido di  Cuneo, prevede un costo di  65.000 euro, di cui 42.915,50 per lavori a base d’asta, compresi gli oneri per la sicurezza.