Quantcast

Busca, posizionati tre nuovi Dae foto

"Grazie molte ai donatori adesso sono ora 17 i defibrillatori automatici esterni del comune" hanno dichiarato il sindaco Marco Gallo e consigliere alla Sanità Jacopo Giamello

Busca. Il progetto “Persone di Cuore. Busca città cardioprotetta”, nato nel 2016 e condiviso fra Comune e la Croce Rossa Italiana – Busca, non si ferma.

Sono stati appena posizionati in città tre nuovi Dae (defibrillatore automatico esterno): in via Umberto I, all’esterno della farmacia Abrate, donato dalla stessa farmacia per la zona centro storico, uno in via Verdi, di fronte allo studio Fabrizio Lerda donato dall’odontoiatra per la zona Giardino dell’Infinito, l’ufficio postale e la caserma dei Carabinieri, uno all’esterno della Casa della Salute, donato da Fitwalking Solidale Busca, utile alla casa di riposo, agli studi dei medici di medicina generale e agli altri servizi della Casa.

“Grazie molte ai donatori – dicono il sindaco Marco Gallo e consigliere alla Sanità Jacopo Giamello -. Adesso sono ora 17 i Dae a Busca e, nonostante la sospensione dei corsi per un anno, sono già settecento i buschesi abilitati, sui diecimila totali, una percentuale ragguardevole, così come è notevole il numero delle postazioni, circa una ogni seicento residenti”.