Quantcast

Bra riduce la pressione fiscale per le imprese colpite dalla crisi

 Approvato il regolamento del Fondo compensativo per le imposte locali, che conta 120 mila euro

Bra si dota di un ulteriore concreto strumento per aiutare le imprese cittadine maggiormente colpite dalla crisi economica. Si tratta del Fondo compensativo per le imposte locali per l’anno 2020, il cui regolamento è stato adottato ufficialmente dalla Giunta comunale nei giorni scorsi.

Fin dall’inizio dell’emergenza pandemica il Comune ha attivato una serie di azioni finalizzate a contenerne l’impatto economico. Ciò è avvenuto attraverso un differimento dei termini di scadenza dei pagamenti e garantendo le riduzioni d’imposta che le diverse normative di carattere nazionale e locale, andate via via a definirsi in corso d’anno, hanno consentito. Inoltre è stato costituito un tavolo di lavoro che ha coinvolto gli operatori dei settori dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’agricoltura, oltre alle rappresentanze dei lavoratori e degli istituti di credito locali, allo scopo di attivare azioni di mitigazione dell’impatto negativo della crisi economica. Proprio grazie a questa collaborazione con le organizzazioni imprenditoriali, Ascom Bra e Confartigianato Cuneo – zona di Bra in primis, è stato elaborato il funzionamento del fondo.

Questo strumento, costituito nei mesi scorsi e più volte implementato, giunge ora alla sua fase attuativa. Il fondo è stato dotato di una somma notevole, pari a 120 mila euro, da destinare alla compensazione parziale delle imposte locali – di gran parte (Tari, Tosap e ICP) e non solo della Tari come previsto dall’apposito fondo compensativo istituito nel 2013 e ora sostituito dal nuovo strumento – per le imprese che più hanno patito le conseguenze della pandemia. Tutto ciò attraverso un sistema a punteggi generato dal computo di diversi coefficienti che tengono conto dei potenziali decrementi di attività verificatesi nell’anno 2020 a causa dei provvedimenti di limitazione dell’attività economica o delle restrizioni alla circolazione. Particolare attenzione nei ristori verrà riservata alle attività ricettive e alle attività collocate nel tratto di via Vittorio Emanuele interessato dai lavori dell’estate scorsa.

Pur nella grande sobrietà del bilancio comunale”, commenta il sindaco Gianni Fogliato, “questo strumento dimostra la grande attenzione dell’Amministrazione alle difficoltà attraversate dalle imprese locali e va a completare le azioni poste in essere dalla Stato. Voglio ringraziare l’Ascom e la Confartigianato di Bra per la grande collaborazione fornita ai nostri uffici finanziari. La loro conoscenza approfondita del territorio ci ha consentito di stilare un regolamento meglio rispondente alle esigenze delle imprese braidesi”.

Tutte le informazioni relative al funzionamento del fondo e ai criteri seguiti per la determinazione degli indennizzi sono contenuti nel bando pubblicato sul sito internet del Comune, nella pagina dedicata al Fondo compensativo per le imprese. Qui è possibile trovare anche l’apposito modulo che deve essere necessariamente utilizzato per presentare le domande di contributo entro il 30 aprile 2021. La consegna delle domande potrà avvenire mediante inoltro di messaggio di posta elettronica certificata all’indirizzo comunebra@postecert.it.