Quantcast

A Lagnasco e Scarnafigi sabato 6 marzo giornata di vaccinazione per gli ultra 80enni

I vaccini saranno effettuati nella mattinata dalle 9 alle 13, a Lagnasco nel Salone di via Tapparelli opportunamente allestito per l’occasione, mentre il pomeriggio le inoculazioni saranno effettuate nella palestra di Scarnafigi

Lagnasco/Scarnafigi. Sarà sperimentato a Lagnasco e Scarnafigi un “distretto mobile per le vaccinazioni” destinato ai residenti con più di 80 anni. E’ il risultato di un intenso lavoro svolto nelle ultime due settimane in stretta collaborazione con i medici di base operanti sul territorio dei due Comuni e con l’ASLCN1.

I vaccini saranno effettuati nella mattinata di sabato 6 marzo, dalle 9 alle 13, nel Salone di via Tapparelli opportunamente allestito per l’occasione, mentre il pomeriggio le inoculazioni saranno effettuate nella palestra di Scarnafigi.

Gli ultraottantenni riceveranno in settimana la chiamata dagli uffici dell’ASL in cui saranno invitati, ad un orario prestabilito, a presentarsi presso i locali predisposti per l’occasione. Coloro che hanno già la prenotazione al centro vaccinale di Saluzzo dovranno invece recarsi all’appuntamento già stabilito.

Un progetto pilota, che potrà essere poi replicato anche altrove, come già accaduto per l’hot spot per i tamponi rapidi allestito nei mesi scorsi nel cortile del Municipio.

“Considerando l’ottimo risultato ottenuto per il progetto tampone rapidi operativo da mesi nel nostro Comune – commenta il Sindaco di Lagnasco, Roberto Dalmazzo – ci siamo attivati per capire se era fattibile vaccinare gli anziani direttamente in paese estendendo l’iniziativa, come già fatto la volta scorsa, al vicino Comune di Scarnafigi. Grazie alla fattiva collaborazione con i medici di base, il dr. Paolo Persico e la dott.ssa Anna Maria Blandino, ed al direttore del Distretto Nord Ovest dell’ASL, dr. Gabriele Ghigo, siamo riusciti ad ottenere tutte le autorizzazioni necessarie. Ci auguriamo che sia un servizio gradito ed utile, un passaggio fondamentale per cercare di combattere il virus ed uscire al più presto da questa difficile situazione”.

“Anche in questa occasione siamo riusciti ad unire le sinergie dei nostri due piccoli comuni – aggiunge il sindaco di Scarnafigi, Riccardo Ghigo – con un impegno importante, ma fondamentale per attivare un servizio a favore della fascia di popolazione più fragile, evitando spostamenti che avrebbero potuto essere difficoltosi. Grazie di cuore ai medici dei nostri paesi ed all’ASL per tutta la collaborazione offerta”.

“Grazie alla collaborazione con le amministrazioni comunali di Lagnasco e Scarnafigi e con alcuni Medici con ambulatorio in tali ambiti, verranno attivate due sedute vaccinali, una per Comune, Lagnasco il mattino e Scarnafigi il pomeriggio, destinate agli assistiti residenti in ciascun Comune in carico ai medici operanti in tali località – dichiara il dr. Gabriele Ghigo – Nelle prossime settimane questa tipologia di intervento potrà essere replicata, se valutata efficace e possibile, in altri ambiti territoriali del Distretto. La seduta verrà gestita da personale medico, infermieristico ed amministrativo del Distretto insieme ai colleghi Dr.ssa Blandino e Dr. Persico, che ringrazio per la disponibilità anche a vaccinare eventuali assistiti in carico ad altri colleghi, con la collaborazione di altro personale infermieristico e della Protezione Civile. Per gli assistiti che non potessero essere prenotati, come per quelli che non intendono avvalersi di tale possibilità, rimane inalterato il percorso previsto per tutta la popolazione over 80 (preadesione informata da parte del MMG e successiva convocazione tramite SMS o mail al centro vaccinale di Saluzzo)”.

Al momento della vaccinazione l’assistito dovrà presentarsi con la documentazione personale e sanitaria necessaria, compresa la scheda anamnestica, relativa a patologie rilevanti a fini di vaccinazione, allergie e farmaci assunti, compilata dal proprio medico, come previsto dal recente accordo aziendale.